Categorie
Chi scrive Il Metodo X

Sintesi

Alcuni ventilano l’ipotesi che IL METODO non l’abbia scritto io.
Mi sta bene (TESI).
Non mi sta bene (ANTITESI).
SINTESI: non è importante.

Come insegna D.E. Westlake, si possono scrivere generi diversi con più pseudonimi (mi spiace Joanne, il tuo tentativo è fallito).

Ciò che importa è che la storia del romanzo IL METODO sia interamente contenuta in X, e nel suo sequel.

BENVENUTI NEL MIO MONDO!

FAOUZIA – You don’t even know me
I walk into a crowded room
Entro in una stanza affollata
Everybody staring
Tutti mi fissano
What did I, what did I do wrong?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto di male?
What did I, what did I do wrong?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto di male?
Oh, you see what you wanna see
Oh, tu guardi solo ciò che vuoi vedere
But you don’t even know me
Ma tu nemmeno mi conosci
What did I, what did I do now?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto adesso?
What did I, what did I do now?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto adesso?
You’re acting like you’re brilliant
Ti comporti come fossi sicuro
But you don’t know
Ma tu non sai
Yeah, you don’t know
Si, tu non sai
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non sai nulla riguardo a come sto quando sono sola
You don’t even know
Non sai nemmeno
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah, woah
Woah, woah
I walk it off and brush away
L’ho superato e l’ho scartato
Everything you say
Tutto ciò che dici
‘Cause I don’t care, I don’t care
Perché non mi importa, non mi importa
I don’t
Non mi
I don’t care, I don’t care
Non mi importa, non mi importa
I don’t
Non mi
He said she said over it
Lui parlò, lei gli rispose a tono
You’re acting like you’re brilliant
Ti comporti come fossi sicuro
But you don’t know
Ma tu non sai
Yeah, you don’t know
Si, tu non sai
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non conosci come sto quando sono sola
You don’t even know
Non sai nemmeno
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah
Woah
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah
You don’t even know
Tu proprio non conosci
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non conosci come sto quando sono sola
You don’t even know
Tu proprio non conosci
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
You don’t even know me
Tu nemmeno mi conosci
Oh
Oh

Writer(s): Nitzan Kaikov, Faouzia Ouihya Testo You Don’t Even Know Me powered by Musixmatch

Categorie
Chi scrive Il Metodo X

I miei romanzi

(immagine presa qui)

Come dissi un tempo, il blog nasce dalla volontà di cercare un editore per il mio romanzo X.

Poi mi son persa l’intento dedicandomi ad altro.
In questo altro c’è anche la scrittura e la sua evoluzione.
Scrivo in modo diverso e la tentazione di rimetter mano stilisticamente ai vecchi testi è fortissima, ma resisto: ogni opera è frutto del suo tempo e del mio personale contesto creativo.

(Ecco.)

Di romanzi ne ho scritti 3 e al 4° mancano 20 pagine.
X è il terzo.

Il primo e il secondo sono stati un’esplorazione di registri e voci narranti (femminile e maschile), esperienza che mi ha permesso di stendere un eterogeneo ma coerente X.

(Bene.)

Ho deciso di pubblicare qui il mio secondo. Tutto.

Si intitola IL METODO.

Il personaggio a cui do voce non è simpatico, ma nessuno dei miei personaggi lo è mai, sono inquietanti e complessi, ricchi di ambivalenze, trivalenze, quadrivalenze, conquistano sulla distanza.

L’ho scritto nel 2005 e lo si capisce dai riferimenti geo-politici.
Ricordo, qualcuno già lo sa, che soffro di una non diagnosticata e particolare sindrome di Cassandra.

(Fatto.)

Decisione presa. Domani si comincia.

Categorie
regaloni

Regalone!

opera di ALDO TERMINIELLO (aka Qin Aode 秦奥德)

L’aveva detto e l’ha fatto.

Aldo Terminiello (aka Qin Aode 秦奥德) mi ha donato un regalone, una endorsum con il riflesso del suo X a fior di labbra.

(È bellissimo e ti ringrazio di cuore.)


Preparando L’Extra-Lenny, lascio i link degli articoli dedicati fin qui pubblicati.

Buona visione!

L’ULTIMO VOLO (breve e stupenda graphic novel)

MOSSE DI JIANZI (divertenti pagine dal DIARIO CINESE)

DIARIO CINESE (il bellissimo diario a fumetti di un viaggio in Cina)

Ah, anche un po’ di musica, la sua ovviamente.

Categorie
luoghi X

134 Km

Turm è una torre di pietra a pochi metri dall’acqua.

Ha un respiro baritonale e radici (umide di sepolture). Prima dell’aggiunta di altre forme in pianta, setaccia angosce al suo costruttore (e le monda).

Goetheanum è un grande cerchio sbocciato al sole.

Ha sfere che cantano e radici (solide sulla pirite). Prima di svanire nell’atmosfera densa, accoglie l’arte del suo costruttore (liberandola).

Certe distanze non hanno fiato. Altre hanno vento.

Categorie
il possibile

Joël 2

Ciao Joël.

Chi non sa cosa sia potrebbe scambiarla per una X.

Sì.

(Sei il solito paraculo.)

Ciao.

Due piccioni con una fava
(foto da qui)
Categorie
essere X X

Ittiogenico

Ittiogenico. X si è appassionato al termine.

Così l’ho portato a veder pesci.

Storioni (e mi hanno regalato uova).

simon's gifs & images
X in acqua
(flow, immagine di simon da no gifs allowed)
Categorie
Argomentario

INTERVISTA SENZA VELI

Quest’intervista è stata rilasciata ieri a una nota Firma di un quotidiano a diffusione nazionale. Poiché il luogo d’incontro è top secret (ma se ne può scorgere a tratti l’incantevole vista), il nome dell’intervistatore è omesso. In mancanza di pubblicazione e vendita dei giornali, questo è l’unico spazio in cui è possibile reperire la preziosa testimonianza.

Intervistatore: «Entriamo subito nel vivo. A 3 mesi dall’inizio dell’esperimento promozionale finalizzato alla ricerca di pubblicazione del suo inedito “X”, a che punto siamo?»

endorsum: «Fermo.»

Intervistatore: «Ma come?»

endorsum: «Mi lasci dire, la blogsfera è così, un luogo di perdizione degli intenti originari.»

Intervistatore: «E quindi?»

endorsum: «E quindi mi sto dedicando al beato cazzeggio.»

Intervistatore: «Posso sostituire il termine con “disimpegno”?»

endorsum: «Come crede.»

Intervistatore: «Nell’ambiente c’è chi la crede un uomo.»

endorsum: «Dura poco.»

Intervistatore: «Nell’ambiente c’è chi la ritiene nota.»

endorsum: «Dura poco anche quello.»

Intervistatore: «Posso confermare che personalmente la trovo…»

endorsum: «No. Andiamo avanti.»

Intervistatore: «Lei ama molto la privacy.»

endorsum: «All’ingresso è stato denudato, le hanno consegnato un kaftano, penna e fogli.»

Intervistatore: «Già, nessun’altra domanda sull’argomento. (Il fatto che io non indossi mutande le è di qualche gradimento?)»

endorsum: «Ermeeeete, abbiamo un paio di slip per il Signore?»

Intervistatore: «Dicevamo, la pubblicazione di “X” è lontana. Cosa pensa delle pubblicazioni altrui?»

endorsum: «Una sana invidia. Mi lasci a tal proposito fare una piccola promozione a un romanzo non mio: La Brigata della Speranza di Alessandro Gianesini. A 0,99 € mi sembra un’ottima occasione. Il termine è il 18 aprile. Accorrete! Scusi ho avuto un eccesso strillonico.»

Intervistatore: «A proposito di occasioni, glie ne sono capitate in passato?»

endorsum: «Direi di sì, ma o i termini erano inaccettabili o il salto si è presentato al di fuori di ogni possibile controllo da parte mia.»

Intervistatore: «E quindi?»

endorsum: «E quindi, nel secondo caso, sono stata una Vera Polla!»

Intervistatore: «Rimpianti?»

endorsum: «Ne porto il peso.»

Intervistatore: «Chi l’avrebbe mai detto! Ma gli errori ci fanno diventare chi siamo…»

endorsum: «Anche non farne. (L’intervista è senza veli e l’ipocrisia mi difetta.)»

Intervistatore: «Ok, parliamo allora del suo rapporto con Chuck Palahniuk. I bene informati sostengono che segua il suo blog.»

endorsum: «Solo quando mi rivolgo a lui.»

Intervistatore: «E che quando lei pubblicherà, lui manderà all’editore una prefazione.»

endorsum: «Voci.»

Intervistatore: «Le ha messe in giro lei?»

endorsum: «No.»

Intervistatore: «Torniamo al blog. Nonostante i risultati tardino ad arrivare, lo considera ancora uno strumento congeniale alla reclamizzazione del suo inedito?»

endorsum: «È uno strumento congeniale a me, reclamizzazione o meno. Ho trovato una comunità viva e vibrante, contagiosa, ricca di originalità e stimoli.»

Intervistatore: «Per come la descrive, mi ha fatto venire una gran voglia di parteciparvi.»

endorsum: «Ma anche no!»

Intervistatore: «Perché?»

endorsum: «Lei si occupi degli ambienti suoi.»

Intervistatore: «A proposito di ambienti, questo luogo è stupendo. È suo?»

endorsum: «No, son qui per caso e queste domande non erano concordate.»

Intervistatore: «Posso restare fino a domani? Non si sentirà tutta sola? Non vuole giocare con me fino all’alba?»

endorsum: «Ermeeeete, il Signore sta andando!»

Intervistatore: «Ok. Parliamo ancora di “X”, l’editoria sta vivendo un momento molto difficile. È ottimista o pessimista per quanto concerne la sua pubblicazione?»

endorsum: «Questa pandemia cambierà lo scenario in un prima e un dopo. Sono focalizzata sul dopo. “X” sarà in grado di sollevare le sorti di chi avrà la lungimiranza di farlo proprio.»

Intervistatore: «Ma come pensa di attirare le attenzioni delle case editrici?»

endorsum: «Con un’asta.»

Intervistatore: «Con un’asta?»

endorsum: «Sì, un’asta molto particolare…»

Più o meno… (immagine tratta da minimaetmoralia)
Categorie
essere X

Messaggio subliminale

X ringrazia chididovere per l’apporto alla campagna di promozione-stampa. (foto da qui)
Categorie
essere X

Prove tecniche di trasmissione

In qualche modo X deve pur muoversi.
(Phaeodarea di bigblueboo)
Categorie
essere X

Problemi di trasmissione

L’auto di X ha dei problemi
(gif di Alessio De Vecchi)
Categorie
essere X

Antropomorfismo

prosthetic knowledge
X che balla
prosthetic knowledge (da qui)
Categorie
essere X

Respiro

Il respiro di X

(gif di uwe heine debrodt http://www.uweheinedebrodt.com/index, ma presa qui)
Categorie
essere X

Incubo

“Incubo!” e ha fatto dei gesti con le pagine.

C’era da calmarlo.

Siamo andati in biblioteca.

No X, non è un brutto sogno, è bello!
(gif presa qui e l’autore è Grafonaute)
Categorie
essere X

Ecodoppler

Ecodoppler della versione finale di X(di charlie.deck.bigblueboo, qui)
Categorie
il possibile

Sandro

Ciao Sandro.

Lo so, non approvi che al momento X si chiami X.

X però non è XY.

Non sono seducibile sull’argomento.

Ciao.

Manco per sogno (foto da qui)
Categorie
essere X

Pulsazioni

Il battito di X
(Geometric Destruction – 170627 di pi-slices)
Categorie
essere X

Parossismi

X si è messo a congiungere apici. (GIF presa qui)
Categorie
essere X

Narciso

Impegnato davanti all’autoritratto

Ci si perde come davanti a uno

Specchio.

Narciso alla fonte – I sec. d.C. – Pompei, Casa di Lucrezio Frontone (V 4, II )
(da qui)
Categorie
essere X

Autoritratto

AUTORITRATTO
(perché X dipinge!)
(immagine di Thoka Maer, presa qui)

Categorie
essere X

rapporto con l’arte

Inchiostro basta, dice.

Ci vuole qualcosa di diverso, continua.

Seduto sul tavolo fissa una piattina.

Ballerini di flamenco di Alessio Mattei (da qui)