Categorie
brevi

Speciosità dei rapporti

(immagine da qui)

«Non ti vedo, dove sei?»

«Sono qui, raggiungimi!»

«Ma non ti vedo…»

«Dai!»

La mano s’immerge in un latte nero. Cercando il corpo morbido ne teme l’impatto. La stanza s’illumina e tutto cambia colore. Una voce di donna chiede.

«Cosa stai facendo Amore?»

«Cerco la mozzarella mamma.»

«Ma ti ho sentito parlare.»

«Sì, parlavo con lei.»

«Tesoro, lo sai che poi non riesci a mangiarla.»

Categorie
brevi

Di voci e di mano

Nero. La palpebra sbatte.

Il fiuto non aiuta e l’udito banchetta. Una voce –ciao– un’altra voce –vieni– un sussurro –segui– il lamento. E via ancora. Una voce –io– un’altra voce –segui– un sussurro –ferma– il lamento.

Il nero e le voci. Insieme. Il volume in spessore riempie di pece, scomposto si torce sottile in ronzio, blocca il trigemino, immobilizza la lingua. L’odore va in acre e il respiro si appende.

La porta. La porta!

Al tocco della maniglia un frastuono alle spalle. Ahi!-Checcazzo fai!-La caviglia!-Ma sei scemo?-Bastardo!-Un dente, due denti! Aaaaah! Le ditaaaa!

E una mano le prende la mano.

Categorie
Argomentario

La pulzella si arrenderà alle lusinghe del cavaliere?

Lei è bella, magnanima, ambita. Desiderata da tutti, colma le fantasie col tocco di una sua carezza. Però ha un problema.
Lui è audace, spavaldo, possente. Sensibile al gentil richiamo ha allungato una mano, forte del lavoro d’infinite mani.


La notizia è questa: la bella INPS non sa reggere la quantità di accessi in contemporanea al sito; il cavalleresco PornHub, forte della gestione di 400/500 milioni di accessi, si offre per darle una mano (quale tra le tante è ancora in dubbio).

La pulzella si arrenderà alle lusinghe del cavaliere?