Categorie
Chi scrive

Come va con Musalogia?

Bene, grazie!

Aggiornamento in corsa.

Buon divertimento!
Categorie
Chi scrive

Ma la Pro Loco? Dalla provincia con furore.

In attesa di un vero impegno con determina, vorrei dimostrare la mia buona volontà nel promuovere la brescianità nel mondo.

Qui endorsum. Brescia.

Buona domenica!


Promuovere la cultura linguistica? Lo faccio!
Promuovere le bellezze naturali? Certo!
E promuovere la bontà delle relazioni familiari? Sì!
Promuovere l’accoglienza e la convivialità? È il minimo…
Promuovere le professioni? Ma sempre.
Promuovere le attività ricreative per gli anziani? Come no!

Promuovere, promuovere… diciamolo!
Donne!
E prendiamoci qualche soddisfazione, che se aspettiamo la Pro Loco…

Categorie
Chi scrive Consulenze partnership

Il nuovo spazio!

Musa! (immagine endorsum)

Eccoci al 3° evento: inauguro oggi il nuovo spazio!

Vi ricordate cosa scrissi in un’antica Intervista senza veli 2?

Intervistatore: «Non è l’unica iniziativa che alimenta le interazioni con chi la segue. 8 sfumature di musa sta diventando una rubrica fissa. Sono curioso: c’è qualcosa di riferibile a Lei?»

endorsum: «8 sfumature di musa è un’esplorazione, in chiave ironica, di alcune dinamiche di reciproca seduzione tra frequentatori della rete. Si nutre di continui spunti offerti dalla realtà (non per forza la mia), ma la travalica, trasformandola nell’oggetto di studio di una nuova disciplina scientifica: la musalogia

Intervistatore: «E perché non musologia

endorsum: «Musologia è un vocabolo molto usato, presto diventerà un sinonimo di museologia, data la frequenza dell’errore; musalogia prende atto del fatto che le muse siano molte più dei musi, poiché gli artisti sono, all’oggi, molti più delle artiste. In una situazione di parità si potrà pensare a una nuova definizione. Ultima considerazione pretestuosa: nella mitologia classica musi non ce ne sono (male!).»

da Intervista senza veli 2

L’idea è germogliata!

Il nuovo blog si muoverà in modo autonomo.
Di là l’argomento prenderà tutto il respiro che le serve e, se vorrà, crescerà fino ai frutti.

Buon divertimento!

Categorie
Chi scrive

Ode alla polenta

Ho promesso a Paola un’ode alla polenta, in virtù di una comune passione. Ma ho fatto il passo più lungo della gamba, non sono brava a poetare. Per distrarre lettrici e lettori esigenti, accompagnerò all’ode una canzone e la ricetta base.

Ogni nuova ode o ricetta dedicata al cibo salvavita è benvenuta!


Ode alla polenta

Polenta, oh.

Oh.

Polenta.

endorsum

Le vostre odi


Oh

santa polenta!!!

Luisa Zambrotta

Pulenta de facil digestion, e per culpa de la scarsa sustanza… me se compagna sot al braccet bela contenta per la robetta bona, beeela grasa e de forte sapor !

@rocker

Ave

polenta

Adriano

T’amo,

pia polenta.

Raffa

Dopo il bertagnì (baccalà fritto) ecco la polenta!

Polenta E Baccala

La ricetta!

Il video è lunghetto (per una buona polenta ci vuole tempo), ma date anche solo un’occhiata a questa Signora.

Come fare la polenta – SblogTv Ricette

Nel frattempo continua la raccolta dei finali alternativi dello Story-Lenny e, per chi volesse, la scelta del finale preferito.

Continua anche il conto alla rovescia dedicato al 3° evento: IL NUOVO SPAZIO (- 4 giorni!)

Categorie
Chi scrive

Treni!

Chi mi segue sa che ho una certa e malcelata passione per i treni.

Ma perché?

Mah. Davvero, non ne ho idea.

Li metto qui in attesa dell’evento…

Be’, con questi Signori l’unica è lasciarsi ondeggiare, il resto vien da sé.
(Love is a real train · Tangerine Dream)
Tangerine dream – Love On A Real Train
PAT METHENY – Last Train Home
John Coltrane – Blue train
PHILIP AABERG – That Train
Twilight Train – Dan Lebowitz
The Doobie Brothers – Long Train Running
Josh Turner – Long Black Train
HI-LO & Chocolate Puma – Steam Train
The Gap Band – Party Train
Categorie
Chi scrive

Conti alla rovescia, un aggiornamento importante: saremo tutti nudi!

Le espressioni non mentono! (Immagine presa qui)

Come sapete ho 3 eventi in corso con relativo conto alla rovescia.

Poiché trattasi di EVENTI, ho aderito con solerzia alla nuove disposizioni del Garante della Privacy, anche se non erano dirette a me, ma alle forzedelloordine. Qui la forzadelloordine sono io e mi sono comprata, oltre alla body cam per poter spettegolare sui miei ospiti, anche un pratico body scanner, così, per rendere più divertente il tutto.

Quindi, per i prossimi eventi: TUTTI NUDI!!!

“Adoro le grandi feste; sono così intime, in quelle piccole non c’è nessuna privacy!”

Battuta del personaggio Jordan Baker nel film IL GRANDE GATSBY, tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald.

(Sotto il conto alla rovescia è riportato l’articolo. Il MAIUSCOLO all’interno dell’articolo è mio.)


1° evento! – 6 giorni

NUOVA RUBRICA DI CONSULENZE!


2° evento! – 9 giorni

LA CHIUSURA DI LENNY!


3° evento! – 20 giorni

IL NUOVO SPAZIO!


Body cam: ok dal Garante privacy, ma no al riconoscimento facciale

Settembre 10, 2021Tecnologia

immagine da qui
Con due distinti pareri [doc. web 9690691 e n. 9690902] il Garante per la privacy ha dato via libera al Ministero dell’interno – Dipartimento della pubblica sicurezza e al Comando generale dell’Arma dei Carabinieri all’uso delle body cam per documentare situazioni critiche di ordine pubblico in occasione di EVENTI o manifestazioni. Le due Forze di Polizia dovranno comunque recepire alcune indicazioni dell’Autorità relative all’implementazione delle misure di sicurezza e al tracciamento degli accessi ai dati per rendere i trattamenti pienamente conformi alla normativa sulla protezione dei dati personali trattati a fini di prevenzione e accertamento dei reati (Decreto legislativo n. 51/2018).

L’Autorità ha chiesto, in particolare, al Ministero di specificare che il sistema che intende utilizzare non consente l’identificazione univoca o il riconoscimento facciale della persona (facial recognition), come già precisato nella documentazione trasmessa dall’Arma. I due sistemi, sottoposti al Garante autonomamente, presentano notevoli analogie, non solo per quanto riguarda le finalità perseguite, ma anche dal punto di vista strutturale, ad eccezione delle differenze imputabili alle specifiche strutture organizzative delle due Forze di Polizia. Le videocamere indossabili in uso al personale dei reparti mobili incaricato potranno essere attivate solo in presenza di concrete e reali situazioni di pericolo di turbamento dell’ordine pubblico o di fatti di reato. Non è ammessa la registrazione continua delle immagini e tantomeno quella di episodi non critici. I dati raccolti riguardano audio, video e foto delle persone riprese, data, ora della registrazione e coordinate Gps, che una volta scaricati dalle videocamere sono disponibili, con diversi livelli di accessibilità e sicurezza, per le successive attività di accertamento.

I due pareri resi dal Garante sulle due valutazioni di impatto presentate dal Ministero e dall’Arma tengono conto degli approfondimenti effettuati dagli uffici dell’Autorità.

A DIFFERENZA DI QUANTO SOSTENUTO DAL MINISTERO E DALL’ARMA, CHE PUR AVENDO PRESENTATO LA DPIA NON RITENEVANO NECESSARIA LA CONSULTAZIONE PREVENTIVA DELL’AUTORITÀ, IL GARANTE HA AFFERMATO CHE IN BASE AL DECRETO TALE CONSULTAZIONE È DOVUTA, IN QUANTO I RISCHI PER LE PERSONE RIPRESE POSSONO ESSERE ANCHE MOLTO ELEVATI, SPAZIANDO DALLA DISCRIMINAZIONE ALLA SOSTITUZIONE D’IDENTITÀ, AL PREGIUDIZIO PER LA REPUTAZIONE, ALL’INGIUSTA PRIVAZIONE DI DIRITTI E LIBERTÀ. E L’UTILIZZO DELLA BODY CAM NEL CORSO DI MANIFESTAZIONI PUBBLICHE RENDE ESTREMAMENTE PROBABILE IL TRATTAMENTO DI DATI CHE RIVELINO LE OPINIONI POLITICHE, SINDACALI, RELIGIOSE O L’ORIENTAMENTO SESSUALE DEI PARTECIPANTI.

Il Garante ha ritenuto tra l’altro ragionevole il periodo di sei mesi di conservazione dei dati e rispettato il principio di privacy by default, essendo prevista la loro cancellazione automatica trascorso tale termine.

L’Autorità infine ha raccomandato alle Amministrazioni di valutare la possibilità di condividere i documenti originali con tutti i soggetti autorizzati da remoto, senza il ricorso alla produzione di copie.


AUTOCITAZIONE

Chi tratta tutti i cittadini come il nemico pubblico numero 1, ha la coda di paglia.

endorsum
Categorie
Chi scrive

Conti alla rovescia

GIF di Nuno Leal presa da qui

Dopo i suggerimenti da voi ricevuti nell’articolo Segnalazioni e una domanda, ho deciso di usarli quasi tutti.

Non sarà la continua riproposizione dello stesso evento (anche se la tentazione è stata fortissima), ma saranno tre.

Da oggi tutti gli articoli pubblicati avranno un breve aggiornamento sul conto alla rovescia.

Iniziamo!


1° evento!

2021-09-19T15:56:00

  giorni

  ore  minuti  secondi

fino a

Nuova rubrica di consulenze!


2° evento!

2021-09-22T15:57:00

  giorni

  ore  minuti  secondi

fino a

La chiusura di Lenny!


3° evento!

2021-10-03T15:58:00

  giorni

  ore  minuti  secondi

fino a

Il nuovo spazio!


Uffa, nel reader non si vede, meglio qui

Nell’attesa:
Maria Callas – “Come’è lunga l’attesa…Mario, su presto!
Categorie
Chi scrive partnership

Oggi lavoro

Sì, con le ferie faccio i lavori grossi sul blog. Pagine. Indici. Raccolte. Se no mi perdo anch’io.

Mi servirò di questa utilissima canzone. Fischiettata fa miracoli. Così spero per la mia impresa.

Resto a galla – CALMO

Poiché il lavoro sarà lungo e snervante (440 e passa articoli da sistemare), accetto di buonissimo grado altri suggerimenti musicali!

suggerimento di DB
suggerimento di Alessandro Gianesini
suggerito da zoppaz (antonio zoppetti)
suggerito da eleonorabergonti
suggerimento di ivano f
suggerimento di ivano f
Categorie
Chi scrive

L’incubo

(immagine personale endorsum)
Categorie
Chi scrive Chuck Rapporti

Chuck 16

Ciao Chuck,

lo sai

non possiamo andare avanti così…

Le graminacee!

Categorie
Chi scrive

Soluzione indovinello in fuga

(immagine da qui)

Un giorno invernale qualsiasi (1988).


Ecco, diciamo che la corriera era più o meno così, ma doppia, un reperto arecheotecnologico ancora in circolazione e in attesa di finire i suoi giorni in America Latina, dopo una revisione al motore.

La parte più divertente del bus/torpedone era quella centrale, lo snodo, un cerchio con 4 sedili singoli inchiodati alla piattaforma che a ogni curva emulava giostre ardite del Luna Park. Io però stavo sempre nella parte anteriore, a coltivarmi amicizie, o a studiare, o ad ascoltare musica o a dormire.

Quella mattina avevo deciso di approfondire una conoscenza e, si sa, per certe questioni il luogo adatto sono gli ultimi sedili in fondo, la fila lunga in coda.
Tratto con gli abituali occupanti: “seduta prima, mi spiace, c’è il mio libero” “brutta stronza!” “testa di cazzo” “ci vediamo dentro…” “non vedo l’ora” (sì, era un mondo difficile).
A trattativa ultimata occupo tutti i sedili di pertinenza con pezzi di scolarità. Quando sale la conoscenza da approfondire, siamo comodi, il nido è pronto.

A un certo punto, dopo circa 40 minuti di viaggio, un rumore singolare mi distrae. Mi divincolo dall’approfondimento e alzo la testa guardando dai finestrini. Qualcosa sta rincorrendo il pullman e si avvicina a velocità preoccupante. Urlo all’autista: “ACCELERAAAAA CI STA VENENDO ADDOSSO… !”

DOMANDA:

cosa sta per impattare il culo della corriera, e quindi me e l’approfondimento?
In seconda battuta: che trauma mi ha creato?


RISPOSTE:

Adriano: stava venendo un tram e da allora li guardi con sospetto.🤔

Alessandro Gianesini: un elefante (probabilmente volante, di nome Dumbo) 😉
PS: Ma perché tu bazzichi sempre vicino ai tendoni del circo?

romolo giacani: nell’88? Quindi non poteva essere Salvini che voleva togliere il coprifuoco….e neanche Conte che voleva imporre le mascherine dentro il pulmann….🤔
Potrebbe essere un carrarmato sovietico in fuga dalla cortina di ferro?

silvia: la seconda parte del bus 😉

Yleniaely: un Ufo ha perso il controllo e sta per impattare contro il bus!! 🤯😱😱🛸🚌😬😬😬😎

luisa zambrotta: bravissimi tutti!
Una valanga?!?

andream2016: Risposta dicibile: 1) l’autoblindo che stava riportando Gelli in Italia dalla Svizzera (16 febbraio), 2) trauma: non hai più frequentato le logge segrete
Risposta indicibile: 1) un elefante africano in calore che cerca di fottere l’autobus, 2) trauma: non hai più avuto rapporti anali

alemarcotti: Cade una gru… Proprio quella dietro casa mia… Ocio mi raccomando.

Tony Pastel: Era Morrissey che per protesta aveva rubato un furgone che vendeva hot-dog.

Alidada: cavolo, un ultracorpo ti stava inseguendo…ecco perché ne sei così ossessionata, te li vedi sempre alle calcagna 😉

ivano: un aereo in atterraggio di emergenza: da allora hai paura di volare (anzi, di atterrare 🙂 )
…anche se credo che c’entri l’inverno… ci potrebbe essere l’opzione Babbo Natale in motoslitta… Sì ma il trauma? Forse se quando sei impegnata in faccende amorose ti càpita di ascoltare canzoni natalizie e/o scampanellii natalizi e/o quel malefico Ohoh! , beh ti smonti e non se ne fa più niente 🙂
Sì lo so, così comincia a sembrare una pesca a strascico 🙂

Kikkakonekka: in condizioni “normali” direi un Tir.
Ma temo esista una soluzione alternativa non prevedibile.

eleonorabergonti: un Boeing 747 che, dopo essere stato dirottato dai pinguini di “Madagascar. Stanno cercando un nuovo mezzo per tornare al Polo Sud ed ormai l’aereo è stato intercettato e rischia di venire distrutto. Poi, quando sei andata dall’autista della corriera per comunicargli quanto stava avvenendo, hai scoperto che alla guida ci sono i quattro protagonisti del film d’animazione che stanno cercando di tornare allo zoo di New York in corriera, 😁.

zipgong: direi…anche io opto per il Tir perchè è maschio e la corriera è fimmina…

La darkina del web: Io dico, o un bue, o un trattore.

GRAZIE A TUTTI!


SOLUZIONE:

LEI!

UNA MUCCA! (qui per approfondirne la velocità)

SEGUITA A CONSIDEREVOLE DISTANZA DA LUI!

(immagine da qui)

IL TRAUMA.

In sogno,talvolta, appaiono mucche ipercinetiche che saltano steccati, mi rincorrono, ballano!

Ho risolto pezzando la mia prima macchina.
È servito.
Categorie
Chi scrive partnership

Scambio di coppia: a che punto siamo?

(immagine da qui)

Come sapete, tutto è nato da un’accorata lettera d’aiuto che ho scritto alla La posta del ♥️ di 142.
Poiché una risposta ben redatta ha bisogno di una tempistica specifica, unallegropessimista ha prontamente offerto il suo inestimabile supporto1 e inestimabilissimo supporto2.
Puntuale come la posta giapponese, i 142 preparano una risposta professionale per la settimana seguente.

È ORA DI RACCONTARE COSA È ACCADUTO DOPO.

endorsum – Siamo giunti, dopo una prima sperimentazione seguendo i consigli del duo 142 e di unallegropessimista, ai primi risultati sui rischi relazionali ai quali si va incontro con un’attività di scambio di coppia. Condividerli è un impegno morale.

Inutile dire che l’esperienza è intensa e spossante, da bravi arieti ci siamo buttati a testa bassa e le energie impiegate sono molte.
Aggiungete che stiamo realizzando un database: vogliamo che questa nostra esperienza sia utile.

Ale – Abbiamo fatto anche una statistica per orari: mattina e pomeriggio la quantità scarseggia e l’età è piuttosto matura, ma la qualità in generale è buona, nel senso di coppie collaudate e pronte a mettersi in gioco; la sera, invece, è possibile trovare più opportunità, ma statisticamente meno qualità.

endorsum – Partiamo con la casistica.
La prima coppia. Sono ancora qui che rido… Rossissima lei, brizzolatone lui. Perfetti. Appena la dinamica ha preso piede, ci siamo però accorti che il rosso capello era finto. La parrucca ha iniziato a manifestare vita propria e ha scelto di piazzarsi sulla testa del brizzolatone. Se ne è andata la poesia. Piegati in due dal ridere, non siamo nemmeno riusciti ad approfittare della posizione adottata dal lavoro degli addominali contratti, e fine.
Seconda coppia. Ottima, ma non posso non ricordare il consiglio datoci di “una botta e via”… abbiamo tentato il secondo incontro, invece.

Ale – Già al secondo si instauravano meccanismi emozionali tali che ci hanno fatto desistere dal proseguire.

endorsum – Già, siamo ancora depressi, con inevitabili tristi risultati di entrambi nello scambio con tutte le coppie successive (non diremo mai quante siano state). Depressi, non ci siamo preoccupati di super dotati e di plasticate all’occorrenza e siamo rimasti indifferenti.

Ale – Più che depressi direi delusi, ma ormai è soprattutto una questione di caparbietà: non desistiamo e vogliamo provare quelle sensazioni di cui tanto si parla, ma delle quali finora non abbiamo avuto un riscontro.

endorsum – Abbiamo anche preso in considerazione le corna classiche. No, dai, tanta perversione non è alla nostra portata: fino a lì non ci siamo arrivati.

Però mi è venuta un’idea per uscire dal lutto provocato dalla seconda coppia.

Ale – Per variare un po’, tu hai deciso di mettere in atto anche l’esperimento “facciamoci stirare da una bici” e questo potrebbe portare a risultati interessanti.

endorsum – Vi terremo informati.

Ale – Alla prossima.



Di seguito ecco tutta la vicenda, con il suo momentaneo epilogo. Buona lettura!

Grazie a tutti i protagonisti di questa vicenda: Ale, unallegropessimista e 142.

Delle lettere, dei consigli e dell’aiuto tra blogger.
Ah, e dello scambio di coppia.

scambismo (immagine da qui)

Delle lettere e dei consigli.

Dunque, tutto nasce dalla lettura di un blog: CENTOQUARANTADUE (che consiglio, c’è un po’ di tutto e i due soci – lei e lui- lo rendono sempre molto godibile).

Un giorno aprirono una nuova rubrica: La posta del ♥️ di 142. Ne saluto l’idea con gaudio poiché non si sa mai, qualche punto di vista diverso dal proprio può sempre servire. Ciò che più mi convince è:

Risponderemo a quesiti di ogni genere che riguardino la vita di coppia, dall’innamoramento alla festa di divorzio, dalla prima volta, fino al sesso estremo e agli scambi di coppia, insomma tutto quello che avreste sempre voluto sapere e non avete mai osato chiedere.

142

Il tempo trascorre e a un tratto mi rendo conto di avere un problema. Chi può darmi un consiglio spassionato e competente? Corro nel sito dei ragazzi (ok, più o meno) e nei commenti rendo pubblica la mia lettera, questa:

Ok ok, va bene, adolescenti…
Facciamo sul serio?
Qui bisogna che si parli (eh? Non ancora? Ma sì, ma sì, lascia fare).
È inutile menare il can per l’aia, il tempo passa e non posso più star qui a (che c’è? Non preoccuparti, non dirò niente di… non si capirà niente).
Insomma, cari 142, vi professate esperti, io (noi, sì) devo chiedervi un consiglio (due, sì, glie ne chiedo due, che è meglio). Due consigli.
È da qualche tempo che il sesso tra me e Ale non è più quello degli inizi.
Non è male, assolutamente no (l’ho detto che non è male, sì, va anche bene… dai che glielo chiedo), ma lui ha ripreso a guardare le rosse con un certo interesse e io i brizzolati con altrettanto interesse, ok, anche i grigi, sì, lo ammetto, insomma, ecco, volevamo chiedervi, ma non con fretta, solo subito: dovendoci noi mettere a cercare una coppia per un simpatico scambio, a quali problemi andremmo incontro? Conoscete una coppia con i requisiti richiesti?
Siamo inesperti, capiteci, e non vorremmo rovinare la nostra relazione.
Grazie in anticipo.
(L’ho detto. No, non è stato semplice, adesso vediamo un po’… grazie, sei gentile.)

endorsum

142 donna mi restituisce subito alcuni suggerimenti utili, presa a pietà dalla richiesta d’aiuto, ma è da 142 uomo che ci si attende qualche indicazione in più. 142 uomo è impegnato in una spiaggia per nudisti e non è al momento disponibile. Spiace un po’, ma le priorità è giusto che restino tali, se fossi stata in lui non avrei certo rovinato una splendida giornata all’insegna della natura, della libertà e delle gioie del creato.

Dell’aiuto tra blogger.

Fortunatamente giunge in soccorso un uomo che non nasconde di avere, grazie all’età e ai percorsi di vita, qualche buon consiglio e, soprattutto, la volontà di aiutare un’amica in difficoltà: unallegropessimista.
Per ringraziarlo (di cuore) pubblico qui i suoi due articoli.

Grazie a tutti i protagonisti di questa vicenda: Ale, 142 e unallegropessimista.


Battuta del giorno di coppia

unallegropessimista Senza categoria 27 maggio 2021 1 Minute

Prima regola: perché una coppia aperta funzioni, deve essere aperta solo da una parte: quella del marito! Perché se è “aperta” da tutte e due le parti c’è corrente d’aria. (Dario Fo e Franca Rame)

Non credo nei rapporti extraconiugali. Credo che le persone dovrebbero accoppiarsi a vita, come i piccioni e i cattolici. (Woody Allen)

Don Zenga dice che il porno può salvare la coppia e forse potrebbe anche a migliorare la chiesa. (Carl William Brown)

Io credo nella coppia. Cambi tre carte e può sempre entrare il tris. (Furio Ombri)

La vita è troppo bella per viverla in due. (Roberto Gervaso)


Scambi di coppia. Istruzioni d’uso per l’amica Endy e l’amico Ale.

unallegropessimista atteggiamenti sulla vita, rapporti di coppia, Senza categoria, società 27 maggio 2021 1 Minute

Carissimi amici, visto che avete preso in considerazione la cosa, due dritte…..

Per essere un uomo casto e devoto la mia conoscenza di peccatori è incredibile, neanche facessi il sacerdote.

Conosco personalmente due coppie che praticano il libero scambio. E’ una scelta condivisa, una volta ogni tanto per variare sul tema.

Le due coppie in questione non fanno tanto mistero di questa loro pratica, certo non vanno a sbandierarlo ai quattro venti, ma se si trovano con le persone giuste non hanno problemi ad ammetterlo.

Lo dico per prima cosa: funziona solo se il lui è molto sicuro di sè.

Tutte le altre varianti non le definirei scambi di coppia.

I due che conosco meglio lo fanno anche per viaggiare e conoscere oltre che altri posti anche altre persone. Tra queste coppie c’è l’uso di ospitarsi a vicenda. IO VENGO DA TE E TU VIENI DA ME.

Come detto i due devono essere d’accordo e a quanto ho capito la cosa deve succedere una volta ogni tanto e non è certo la norma.

I rischi come in tutte le cose ci sono. Come diceva la lei della coppia “L’IMPORTANTE E’ CHE QUANDO SEI LI’ NON TI SFUGGA DI MANO “

Qualche anno fa in un albergo fuori mano sulle nostre colline hanno fatto un raduno di scambisti, c’è stato il tutto esaurito.

I giornali della zona ne avevano parlato parecchio, c’erano state le solite polemiche dei perbenisti…

Il titolare dell’albergo intervistato aveva detto che lui non ci vedeva niente di male, anzi…. Lui aveva trovato così la seconda moglie.

Immaginatevi il dialogo nell’albergo ” scusi sa dov’è mia moglie ?” chiede un marito ” in camera ” risponde quello della reception ” di chi ?” domanda ancora il marito.


La posta del ♥️di 142

Due punti di vista sono meglio di uno

♥️ Per chi si è perso l’ultimo episodio della nostra posta del cuore, sappiate che finalmente(!) abbiamo ricevuto una missiva diretta davvero a noi, con tanto di richiesta di risposta urgente. L’argomento non facilissimo (scambio di coppie e relativi rischi) e la volontà di dare una risposta accurata, ci ha spinto a lavorare insieme per il miglior risultato. Il metodo sperimentale, come sempre, si è rivelato il migliore. Ringraziamo per la fiducia che Endorsum e Ale ci hanno dimostrato, anche se non è ben chiaro chi sia Ale, se l’ormai famoso scrittore, o qualcun altro. In ogni caso daremo una risposta generica, che va bene per tutti coloro che hanno intenzione di ravvivare il ménage di coppia. Io sono la più gelosa dei due, perciò lo scambio di coppia non potrei proprio prenderlo neanche in considerazione. Ma, per dare una risposta accurata e professionale, sono stata al gioco.
Il mio socio invece è molto più esperto di me, perciò lascio a lui l’onore di iniziare.

♠️ Grazie per l’attestato di stima. Avrei voluto rispondere prima ma, come la mia coinquilina ben sa, quando sono nudo in spiaggia non ci sono per nessuno, il panorama mi assorbe completamente. Passando alla risposta, mi sembra di aver capito che siate arrivati a quel momento in cui si ha la necessità di ravvivare un rapporto che si sta spegnendo; diciamo che le cose vanno bene, ma non abbastanza; lei pensa al brizzolato e lui alla rossa. Qui vorrei fare una doverosa precisazione: le rosse tinte non fanno lo stesso effetto, il rosso naturale è veramente un’altra cosa, quindi non basta che lei si tinga, anche perché può tingersi al massimo i capelli…

♥️ E qui ti interrompo, per aggiungere che anche le bionde naturali sono tutta un’altra cosa rispetto alle tinte. Non c’entra niente, lo so, ma difendo la categoria. Non conosco il colore dei capelli di Endorsum, ma anche un bel castano, se naturale, non è male. E poi tanto, lì sotto, oggi siamo tutte depilate, brune, rosse o bionde, non c’è differenza. Giusto un ciuffetto, che neanche si vede.

♠️ Poi non vuoi che dica che voi donne parlate sempre troppo… Torniamo alla questione per cui siamo stati chiamati in causa. L’idea dello scambio di coppia è ottima, i rischi sono pochi, l’importante è non frequentare sempre la stessa coppia. Come si dice, in questi casi, una botta e via… Meglio cambiare spesso, sia per provare cose diverse, sia per evitare di innamorarsi.

♥️ Ecco, io l’altra volta, ingenuamente, l’avevo messo tra i rischi. Cioè, potrebbe pure capitare che si incontri qualcuno che ci piace di più, o magari, come dire, sovradimensionato…

♠️ Brava, stavo giusto per consigliare a lui, nella scelta della coppia, di evitare i super dotati, a meno che non lo sia anche tu: è brutto poi il confronto, ed è ancor più brutto se il super dotato te lo ritrovi alle spalle…

♥️ Ma veramente io stavo per dire a lei che, se proprio decide di fare uno scambio, è meglio che sia vantaggioso. Certo le dimensioni non contano, o almeno non solo. Conta molto l’esperienza, quindi il brizzolato non mi sembra niente male come idea. Però niente barba e baffi, fanno il solletico, e in certi momenti se ti metti a ridere non è carino. E, a proposito di confronti, eviterei una coppia in cui lei ha più tette di te: come diceva il mio socio, è brutto poi il confronto.

♠️ A questo punto volete sapere se conosciamo una coppia disponibile, formata da un lui brizzolato e una compagna rossa (chiaramente non stiamo parlando di politica)? La mia coinquilina non è rossa e io non sono ancora abbastanza brizzolato, perciò per quanto ci riguarda non possiamo esservi utili. E comunque non scambierei la mia coinquilina con nessun’altra. Auguri per la vostra ricerca che non dovrebbe essere troppo difficile.

♥️ Grazie carissimo per aver detto che non mi scambieresti con nessun’altra. Però sai, stavo pensando che questa storia dello scambio non mi sembra convenga a nessuno. Se danno retta ai nostri consigli, dovrebbero cercare un lui non molto dotato e una lei quasi piatta, per evitare confronti. Allora, scusa, non sarebbe meglio un bel paio di corna tradizionali, e ognuno si sceglie il partner che preferisce? No, chiedo per un’amica…

Due punti di vista sono meglio di uno ♥️

La posta del ❤️ di 142 — Centoquarantadue
Grazie a tutti!
Categorie
Chi scrive

Mi ha investita una bicicletta!

Photo by Flo Maderebner on Pexels.com

Passeggio lungo una stradina sassosa di un parco. Sono tra i pensieri miei. Sento il rumore di una bici veloce veloce alla mia sinistra. Mi volto e sfreccia. Ma.

Guardando il ciclico non mi accorgo del cane alla mia destra, che sfreccia.

I due sono legati da amorosi sensi. E dal guinzaglio. In mezzo io: patapunfete!

M’esce, cadendo, un’esclamazione scocciata e sorpresa. L’uomo scende al volo dalla bici e mortificato inizia a scusarsi. Il cane, tirato al collo dalla mia caduta, spaventato abbaia.

Alto, atletico, brizzolato, occhioni azzurri pieni di preoccupazione e sconforto. Grazioso. Sono già in piedi, ma mi tocca tecnico il collo del piede e la caviglia. Mi guarda i palmi delle mani e.

E niente, il resto è personale.

(Ringrazio 142 per aver avvisato involontariamente dell’ipotesi.)

Categorie
Chi scrive partnership

La risposta dei 142!

(immagine da qui)
Come sa chi mi segue, qualche giorno fa ho scritto un’accorata lettera d’aiuto alla La posta del ♥️ di 142.
La storia è nata in un modo ed è continuata in un altro.
Ora la risposta è arrivata e occupa la sua posizione d’onore tra i vari suggerimenti ricevuti nel frattempo (una risposta ben redatta ha bisogno di una tempistica specifica, ma come non ringraziare unallegropessimista per la sua eccezionale ed altruistica tempestività!).

Di seguito ecco tutta la vicenda, con il suo momentaneo epilogo. Buona lettura!

Delle lettere, dei consigli e dell’aiuto tra blogger.
Ah, e dello scambio di coppia.

scambismo (immagine da qui)

Delle lettere e dei consigli.

Dunque, tutto nasce dalla lettura di un blog: CENTOQUARANTADUE (che consiglio, c’è un po’ di tutto e i due soci – lei e lui- lo rendono sempre molto godibile).

Un giorno aprirono una nuova rubrica: La posta del ♥️ di 142. Ne saluto l’idea con gaudio poiché non si sa mai, qualche punto di vista diverso dal proprio può sempre servire. Ciò che più mi convince è:

Risponderemo a quesiti di ogni genere che riguardino la vita di coppia, dall’innamoramento alla festa di divorzio, dalla prima volta, fino al sesso estremo e agli scambi di coppia, insomma tutto quello che avreste sempre voluto sapere e non avete mai osato chiedere.

142

Il tempo trascorre e a un tratto mi rendo conto di avere un problema. Chi può darmi un consiglio spassionato e competente? Corro nel sito dei ragazzi (ok, più o meno) e nei commenti rendo pubblica la mia lettera, questa:

Ok ok, va bene, adolescenti…
Facciamo sul serio?
Qui bisogna che si parli (eh? Non ancora? Ma sì, ma sì, lascia fare).
È inutile menare il can per l’aia, il tempo passa e non posso più star qui a (che c’è? Non preoccuparti, non dirò niente di… non si capirà niente).
Insomma, cari 142, vi professate esperti, io (noi, sì) devo chiedervi un consiglio (due, sì, glie ne chiedo due, che è meglio). Due consigli.
È da qualche tempo che il sesso tra me e Ale non è più quello degli inizi.
Non è male, assolutamente no (l’ho detto che non è male, sì, va anche bene… dai che glielo chiedo), ma lui ha ripreso a guardare le rosse con un certo interesse e io i brizzolati con altrettanto interesse, ok, anche i grigi, sì, lo ammetto, insomma, ecco, volevamo chiedervi, ma non con fretta, solo subito: dovendoci noi mettere a cercare una coppia per un simpatico scambio, a quali problemi andremmo incontro? Conoscete una coppia con i requisiti richiesti?
Siamo inesperti, capiteci, e non vorremmo rovinare la nostra relazione.
Grazie in anticipo.
(L’ho detto. No, non è stato semplice, adesso vediamo un po’… grazie, sei gentile.)

endorsum

142 donna mi restituisce subito alcuni suggerimenti utili, presa a pietà dalla richiesta d’aiuto, ma è da 142 uomo che ci si attende qualche indicazione in più. 142 uomo è impegnato in una spiaggia per nudisti e non è al momento disponibile. Spiace un po’, ma le priorità è giusto che restino tali, se fossi stata in lui non avrei certo rovinato una splendida giornata all’insegna della natura, della libertà e delle gioie del creato.

Dell’aiuto tra blogger.

Fortunatamente giunge in soccorso un uomo che non nasconde di avere, grazie all’età e ai percorsi di vita, qualche buon consiglio e, soprattutto, la volontà di aiutare un’amica in difficoltà: unallegropessimista.
Per ringraziarlo (di cuore) pubblico qui i suoi due articoli.

Grazie a tutti i protagonisti di questa vicenda: Ale, 142 e unallegropessimista.


Battuta del giorno di coppia

unallegropessimista Senza categoria 27 maggio 2021 1 Minute

Prima regola: perché una coppia aperta funzioni, deve essere aperta solo da una parte: quella del marito! Perché se è “aperta” da tutte e due le parti c’è corrente d’aria. (Dario Fo e Franca Rame)

Non credo nei rapporti extraconiugali. Credo che le persone dovrebbero accoppiarsi a vita, come i piccioni e i cattolici. (Woody Allen)

Don Zenga dice che il porno può salvare la coppia e forse potrebbe anche a migliorare la chiesa. (Carl William Brown)

Io credo nella coppia. Cambi tre carte e può sempre entrare il tris. (Furio Ombri)

La vita è troppo bella per viverla in due. (Roberto Gervaso)


Scambi di coppia. Istruzioni d’uso per l’amica Endy e l’amico Ale.

unallegropessimista atteggiamenti sulla vita, rapporti di coppia, Senza categoria, società 27 maggio 2021 1 Minute

Carissimi amici, visto che avete preso in considerazione la cosa, due dritte…..

Per essere un uomo casto e devoto la mia conoscenza di peccatori è incredibile, neanche facessi il sacerdote.

Conosco personalmente due coppie che praticano il libero scambio. E’ una scelta condivisa, una volta ogni tanto per variare sul tema.

Le due coppie in questione non fanno tanto mistero di questa loro pratica, certo non vanno a sbandierarlo ai quattro venti, ma se si trovano con le persone giuste non hanno problemi ad ammetterlo.

Lo dico per prima cosa: funziona solo se il lui è molto sicuro di sè.

Tutte le altre varianti non le definirei scambi di coppia.

I due che conosco meglio lo fanno anche per viaggiare e conoscere oltre che altri posti anche altre persone. Tra queste coppie c’è l’uso di ospitarsi a vicenda. IO VENGO DA TE E TU VIENI DA ME.

Come detto i due devono essere d’accordo e a quanto ho capito la cosa deve succedere una volta ogni tanto e non è certo la norma.

I rischi come in tutte le cose ci sono. Come diceva la lei della coppia “L’IMPORTANTE E’ CHE QUANDO SEI LI’ NON TI SFUGGA DI MANO “

Qualche anno fa in un albergo fuori mano sulle nostre colline hanno fatto un raduno di scambisti, c’è stato il tutto esaurito.

I giornali della zona ne avevano parlato parecchio, c’erano state le solite polemiche dei perbenisti…

Il titolare dell’albergo intervistato aveva detto che lui non ci vedeva niente di male, anzi…. Lui aveva trovato così la seconda moglie.

Immaginatevi il dialogo nell’albergo ” scusi sa dov’è mia moglie ?” chiede un marito ” in camera ” risponde quello della reception ” di chi ?” domanda ancora il marito.


La posta del ♥️di 142

Due punti di vista sono meglio di uno

♥️ Per chi si è perso l’ultimo episodio della nostra posta del cuore, sappiate che finalmente(!) abbiamo ricevuto una missiva diretta davvero a noi, con tanto di richiesta di risposta urgente. L’argomento non facilissimo (scambio di coppie e relativi rischi) e la volontà di dare una risposta accurata, ci ha spinto a lavorare insieme per il miglior risultato. Il metodo sperimentale, come sempre, si è rivelato il migliore. Ringraziamo per la fiducia che Endorsum e Ale ci hanno dimostrato, anche se non è ben chiaro chi sia Ale, se l’ormai famoso scrittore, o qualcun altro. In ogni caso daremo una risposta generica, che va bene per tutti coloro che hanno intenzione di ravvivare il ménage di coppia. Io sono la più gelosa dei due, perciò lo scambio di coppia non potrei proprio prenderlo neanche in considerazione. Ma, per dare una risposta accurata e professionale, sono stata al gioco.
Il mio socio invece è molto più esperto di me, perciò lascio a lui l’onore di iniziare.

♠️ Grazie per l’attestato di stima. Avrei voluto rispondere prima ma, come la mia coinquilina ben sa, quando sono nudo in spiaggia non ci sono per nessuno, il panorama mi assorbe completamente. Passando alla risposta, mi sembra di aver capito che siate arrivati a quel momento in cui si ha la necessità di ravvivare un rapporto che si sta spegnendo; diciamo che le cose vanno bene, ma non abbastanza; lei pensa al brizzolato e lui alla rossa. Qui vorrei fare una doverosa precisazione: le rosse tinte non fanno lo stesso effetto, il rosso naturale è veramente un’altra cosa, quindi non basta che lei si tinga, anche perché può tingersi al massimo i capelli…

♥️ E qui ti interrompo, per aggiungere che anche le bionde naturali sono tutta un’altra cosa rispetto alle tinte. Non c’entra niente, lo so, ma difendo la categoria. Non conosco il colore dei capelli di Endorsum, ma anche un bel castano, se naturale, non è male. E poi tanto, lì sotto, oggi siamo tutte depilate, brune, rosse o bionde, non c’è differenza. Giusto un ciuffetto, che neanche si vede.

♠️ Poi non vuoi che dica che voi donne parlate sempre troppo… Torniamo alla questione per cui siamo stati chiamati in causa. L’idea dello scambio di coppia è ottima, i rischi sono pochi, l’importante è non frequentare sempre la stessa coppia. Come si dice, in questi casi, una botta e via… Meglio cambiare spesso, sia per provare cose diverse, sia per evitare di innamorarsi.

♥️ Ecco, io l’altra volta, ingenuamente, l’avevo messo tra i rischi. Cioè, potrebbe pure capitare che si incontri qualcuno che ci piace di più, o magari, come dire, sovradimensionato…

♠️ Brava, stavo giusto per consigliare a lui, nella scelta della coppia, di evitare i super dotati, a meno che non lo sia anche tu: è brutto poi il confronto, ed è ancor più brutto se il super dotato te lo ritrovi alle spalle…

♥️ Ma veramente io stavo per dire a lei che, se proprio decide di fare uno scambio, è meglio che sia vantaggioso. Certo le dimensioni non contano, o almeno non solo. Conta molto l’esperienza, quindi il brizzolato non mi sembra niente male come idea. Però niente barba e baffi, fanno il solletico, e in certi momenti se ti metti a ridere non è carino. E, a proposito di confronti, eviterei una coppia in cui lei ha più tette di te: come diceva il mio socio, è brutto poi il confronto.

♠️ A questo punto volete sapere se conosciamo una coppia disponibile, formata da un lui brizzolato e una compagna rossa (chiaramente non stiamo parlando di politica)? La mia coinquilina non è rossa e io non sono ancora abbastanza brizzolato, perciò per quanto ci riguarda non possiamo esservi utili. E comunque non scambierei la mia coinquilina con nessun’altra. Auguri per la vostra ricerca che non dovrebbe essere troppo difficile.

♥️ Grazie carissimo per aver detto che non mi scambieresti con nessun’altra. Però sai, stavo pensando che questa storia dello scambio non mi sembra convenga a nessuno. Se danno retta ai nostri consigli, dovrebbero cercare un lui non molto dotato e una lei quasi piatta, per evitare confronti. Allora, scusa, non sarebbe meglio un bel paio di corna tradizionali, e ognuno si sceglie il partner che preferisce? No, chiedo per un’amica…

Due punti di vista sono meglio di uno ♥️

La posta del ❤️ di 142 — Centoquarantadue
Grazie a tutti!
Categorie
Chi scrive partnership

Delle lettere, dei consigli e dell’aiuto tra blogger. Ah, e dello scambio di coppia.

scambismo (immagine da qui)

Delle lettere e dei consigli.

Dunque, tutto nasce dalla lettura di un blog: CENTOQUARANTADUE (che consiglio, c’è un po’ di tutto e i due soci – lei e lui- lo rendono sempre molto godibile).

Un giorno aprirono una nuova rubrica: La posta del ♥️ di 142. Ne saluto l’idea con gaudio poiché non si sa mai, qualche punto di vista diverso dal proprio può sempre servire. Ciò che più mi convince è:

Risponderemo a quesiti di ogni genere che riguardino la vita di coppia, dall’innamoramento alla festa di divorzio, dalla prima volta, fino al sesso estremo e agli scambi di coppia, insomma tutto quello che avreste sempre voluto sapere e non avete mai osato chiedere.

142

Il tempo trascorre e a un tratto mi rendo conto di avere un problema. Chi può darmi un consiglio spassionato e competente? Corro nel sito dei ragazzi (ok, più o meno) e nei commenti rendo pubblica la mia lettera, questa:

Ok ok, va bene, adolescenti…
Facciamo sul serio?
Qui bisogna che si parli (eh? Non ancora? Ma sì, ma sì, lascia fare).
È inutile menare il can per l’aia, il tempo passa e non posso più star qui a (che c’è? Non preoccuparti, non dirò niente di… non si capirà niente).
Insomma, cari 142, vi professate esperti, io (noi, sì) devo chiedervi un consiglio (due, sì, glie ne chiedo due, che è meglio). Due consigli.
È da qualche tempo che il sesso tra me e Ale non è più quello degli inizi.
Non è male, assolutamente no (l’ho detto che non è male, sì, va anche bene… dai che glielo chiedo), ma lui ha ripreso a guardare le rosse con un certo interesse e io i brizzolati con altrettanto interesse, ok, anche i grigi, sì, lo ammetto, insomma, ecco, volevamo chiedervi, ma non con fretta, solo subito: dovendoci noi mettere a cercare una coppia per un simpatico scambio, a quali problemi andremmo incontro? Conoscete una coppia con i requisiti richiesti?
Siamo inesperti, capiteci, e non vorremmo rovinare la nostra relazione.
Grazie in anticipo.
(L’ho detto. No, non è stato semplice, adesso vediamo un po’… grazie, sei gentile.)

endorsum

142 donna mi restituisce subito alcuni suggerimenti utili, presa a pietà dalla richiesta d’aiuto, ma è da 142 uomo che ci si attende qualche indicazione in più. 142 uomo è impegnato in una spiaggia per nudisti e non è al momento disponibile. Spiace un po’, ma le priorità è giusto che restino tali, se fossi stata in lui non avrei certo rovinato una splendida giornata all’insegna della natura, della libertà e delle gioie del creato.

Dell’aiuto tra blogger.

Fortunatamente giunge in soccorso un uomo che non nasconde di avere, grazie all’età e ai percorsi di vita, qualche buon consiglio e, soprattutto, la volontà di aiutare un’amica in difficoltà: unallegropessimista.
Per ringraziarlo (di cuore) pubblico qui i suoi due articoli.

Grazie a tutti i protagonisti di questa vicenda: Ale, 142 e unallegropessimista.


Battuta del giorno di coppia

unallegropessimista Senza categoria 27 maggio 2021 1 Minute

Prima regola: perché una coppia aperta funzioni, deve essere aperta solo da una parte: quella del marito! Perché se è “aperta” da tutte e due le parti c’è corrente d’aria. (Dario Fo e Franca Rame)

Non credo nei rapporti extraconiugali. Credo che le persone dovrebbero accoppiarsi a vita, come i piccioni e i cattolici. (Woody Allen)

Don Zenga dice che il porno può salvare la coppia e forse potrebbe anche a migliorare la chiesa. (Carl William Brown)

Io credo nella coppia. Cambi tre carte e può sempre entrare il tris. (Furio Ombri)

La vita è troppo bella per viverla in due. (Roberto Gervaso)


Scambi di coppia. Istruzioni d’uso per l’amica Endy e l’amico Ale.

unallegropessimista atteggiamenti sulla vita, rapporti di coppia, Senza categoria, società 27 maggio 2021 1 Minute

Carissimi amici, visto che avete preso in considerazione la cosa, due dritte…..

Per essere un uomo casto e devoto la mia conoscenza di peccatori è incredibile, neanche facessi il sacerdote.

Conosco personalmente due coppie che praticano il libero scambio. E’ una scelta condivisa, una volta ogni tanto per variare sul tema.

Le due coppie in questione non fanno tanto mistero di questa loro pratica, certo non vanno a sbandierarlo ai quattro venti, ma se si trovano con le persone giuste non hanno problemi ad ammetterlo.

Lo dico per prima cosa: funziona solo se il lui è molto sicuro di sè.

Tutte le altre varianti non le definirei scambi di coppia.

I due che conosco meglio lo fanno anche per viaggiare e conoscere oltre che altri posti anche altre persone. Tra queste coppie c’è l’uso di ospitarsi a vicenda. IO VENGO DA TE E TU VIENI DA ME.

Come detto i due devono essere d’accordo e a quanto ho capito la cosa deve succedere una volta ogni tanto e non è certo la norma.

I rischi come in tutte le cose ci sono. Come diceva la lei della coppia “L’IMPORTANTE E’ CHE QUANDO SEI LI’ NON TI SFUGGA DI MANO “

Qualche anno fa in un albergo fuori mano sulle nostre colline hanno fatto un raduno di scambisti, c’è stato il tutto esaurito.

I giornali della zona ne avevano parlato parecchio, c’erano state le solite polemiche dei perbenisti…

Il titolare dell’albergo intervistato aveva detto che lui non ci vedeva niente di male, anzi…. Lui aveva trovato così la seconda moglie.

Immaginatevi il dialogo nell’albergo ” scusi sa dov’è mia moglie ?” chiede un marito ” in camera ” risponde quello della reception ” di chi ?” domanda ancora il marito.


Categorie
Chi scrive

Soluzione indovinello romantico

(immagine da qui)

Un giorno estivo qualsiasi (1996).


Che bella idea partire insieme all’avventura!

Saltiamo in macchina al mattino e guidiamo guidiamo guidiamo. Quando il buio e la stanchezza arrivano, cerchiamo un albergo. Siamo in una cittadina francese e a quell’ora, senza la terribile CartaBlu, non ci prendono da nessuna parte.
Non facciamo una piega, si dorme nella piccola utilitaria.
Piazziamo la vettura in un quartiere periferico costituito da un agglomerato di casette monofamilari e buonanotte.

DOMANDA:

che animale ci ha svegliati al mattino?


RISPOSTE:

Infusod’arancio: un procione.

Adriano: a questo giro passo.

romolo giacani: un cuculo.

Raffa: un Gallo (visto che siamo in Francia).

Mister Emme: Minou, Matisse e Bizet…gli Aristogatti.

inerro.land: Cinghialone.

alemarcotti: un gattone nero.

Yleniaely: un cane!

liza: un calabrone?

Alessandro Gianesini: io vado di un grande classico: una nutria gigante con tanto di prole al seguito. Ok, scherzavo: più verosimile i passi del T-Rex.

silvia: sono d’accordo con il gallo.

Antartica: una volpe?

unallegropessimista: se eravate nudi come nella fotografia quelli della buon costume. Che sia sa sono animali feroci.

Tony Pastel: un leone giallo di peluche.

Buchibianchi: ..stavo per risponderti: io…vi ho svegliati io.

zipgongUn Manzanillo?

(Grazie a tutti!)


SOLUZIONE:
UN CAMMELLO! (da qui)

SÌ, UN RISVEGLIO TRAUMATICO.

– ODDIO!
– OH MAMMA!
Lo vedi anche tu???
– Sìììììì!
– Ma dove cazzo siamo???

– Egitto!
Ma non è possibile! Chi ci ha spostati?

Nel buio della sera non avevamo notato il circo a 100 metri
(e pare che le 6 del mattino sia l’orario di passeggiata dei cammelli nelle periferie urbane…).

QUESTA LA CANZONE CHE ABBIAMO ASCOLTATO SUBITO DOPO
(musicassetta).

Man With An Open HeartKing Crimson
She wouldn’t need to be a bird without a wing
Lei non avrebbe bisogno di essere un uccello senza un’ala
Or be a servant to a telephone ring
O essere una serva di uno squillo telefonico
She could be sleeping in the comfort of another bed
Lei poteva dormire nel comfort di un altro letto
It wouldn’t matter to a man with an open heart
Non avrebbe importanza per un uomo con il cuore aperto
Here comes right now
Ecco che arriva adesso
She could be moody, dramatic as a play
Lei potrebbe essere lunatica, drammatica come una commedia
Or be evasive as a shadow in the shade
O essere evasiva come un’ombra nell’ombra
Could be irregular and singing in her underwear
Potrebbe essere irregolare e cantare in mutande
It wouldn’t matter to a man with an open heart
Non avrebbe importanza per un uomo con il cuore aperto
Here comes right now…
Ecco che arriva adesso
Her wild and wise womanly
La sua donna selvaggia e saggia
Introspectiveness
Introspezione
Her faults and files of foolishness
I suoi difetti e archivi distupidaggini
Wouldn’t matter to a man with an open heart
Non avrebbe importanza per un uomo con il cuore aperto
Here comes right now
Ecco che arriva adesso

Categorie
Chi scrive

Sono nei vostri spam – bis

L’avventura continua e riposto… 🤦🏻

Non chiedetemi cosa ci faccia lì, alcune verità è bene non sondarle, ma sono lì, come fuoco sotto la cenere, come una malattia venera, come il cecchino nel tombino, come… tiratemi fuori prima che perda il controllo modale.

Categorie
Chi scrive

Soluzione indovinello 400

(immagine da qui)

Intanto che preparo il Bollettino dell’Osservatorio con i nuovi e importantissimi avvistamenti degli Ultracorpi, ecco un passatempo disimpegnato.
(400 è il numero dell’articolo. Un po’ mi imbarazza.)


Un giorno qualsiasi del 2006.

La giornata era bella e soleggiata. Io ero più giovane, ok, e una visione inconsueta: gonna a trapezio nera lunga fino alle caviglie, anfibi modello polizia stradale (senza lacci), maglietta giallo cromo, borsello da uomo di pelle nera a tracolla, capelli raccolti in una treccia morbida improvvisata, trucco d’ordinanza (filo sottile di eyeliner nero, rossetto rosso) e un oggetto sottobraccio.

Che oggetto?

Per rendere più facile l’individuazione dell’oggetto, elencherò di seguito i commenti raccolti in quartiere al mio passaggio:

– grazie, ma bastava un mazzo di fiori;
– come befana sei fuori stagione;
– oggi abbiamo un fondoschiena di tutto rispetto;
– fu-fiuuuuuuuuuu (fischio da malga);
– abbiniamo gli accessori eh?;
– hai bisogno di una mano?;
– noooooo, poveraaaaaa;
– quando ti stanchi di portare a spasso quel coso ti presto mia suocera;

Catcalling? Boh, chi se ne frega (ho comunque risposto a tutti), ma che oggetto li ha provocati?

Risposte:

Ettore Massarese ( fu Franz): Una ramazza?

ivano f: Mi viene da dire un sacco della spazzatura, però boh mah.

Diana: Hummmm…. mi sa che è qualcosa tipo un teschio da qualche parte…

Alessandro Gianesini: Un sacco nero (quelli di tela) con dentro un cadavere.

alemarcotti: Esatto…. Credo una ramazza anche io…

Adriano: Cartone di bottiglie d’acqua.

Kikkakonekka: Anche a me è venuto da pensare al sacco dell’immondizia, ma mi rendo anche conto – leggendo sotto – di essere fuori strada.

BD: uffa….una scopa….ma non mi convince….ariuffa.

ZIA PETUNIA: Un enorme peluche o simil creatura (scheletro ?)

Tony Pastel: un’imitazione della fontana di Duchamp.

silvia: Un sacco nero molto pieno….

LunaReport: Un cagnolino?

Luigi Catillo: Non sono bravo con gli indovinelli ma mi accodo alla ramazza già usata diverse volte…Buona serata!

Salvatore Stringari: un ombrello… Buona sera…

eleonorabergonti: Un potenziale fidanzato.

soluzione

immagine da qui

Non sono io, ma il paraurti posteriore gli somiglia 🙂 (il mio era un po’ più lungo; ho scoperto che non è pesante da portare sottobraccio, solo ingombrante in caso di curva).



Categorie
Chi scrive

INTERVISTA SENZA VELI 2

intervista del 1974 alla scrittrice Liala

Sì, ci risiamo.
Dopo il primo momento di disvelamento (QUI) è ora di nuovi elementi.

L’intervista è stata rilasciata nel parcheggio di un supermercato (per spegnere ogni velleità dell’intervistatore), ciascuno a cavallo della propria bicicletta.


Intervistatore: «Bel posto…»

endorsum: «Procediamo.»

Intervistatore: «Bella bicicletta. È sua?»

endorsum: «No. Non volevo risalisse a me in nessun modo.»

Intervistatore: «Ma tutta questa privacy?»

endorsum: «È solo per i troppo curiosi, come Lei. Procediamo.»

Intervistatore: «Ok. Parliamo d’altro. Finalmente un avatar! Ci si chiede se sia un suo ritratto.»

endorsum: «È un dono del disegnatore Aldo Terminiello (aka Qin Aode 秦奥德). Non sono io, l’artista non ha voluto fotografie, ha preferito giocare con le immagini prodotte dalla propria fantasia. Il risultato è stupendo.»

Intervistatore: «Però una sua fotografia c’è!»

endorsum: «Ho partecipato a un una performance traslata di Andrea Roccioletti e sì, ora c’è una mia fotografia

Intervistatore: «A quando una fotografia vera? Magari anche esplicita?»

endorsum: «Domanda inopportuna. Andiamo avanti.»

Intervistatore: «Leggo tra i miei appunti che è stata eletta a personaggio porno-fantasy?»

endorsum: «Un divertente gioco di specchi con andream2016. L’autore ha creato materiali originali, giocosi, fruibili tra gli Extra-Lenny

Intervistatore: «A proposito di Lenny, che fine ha fatto?»

endorsum: «Lo Story-Lenny, sì, l’esperienza è stata entusiasmante, hanno partecipato in molti, ma ho allungato troppo i tempi. Errore mio. Penso riproporrò tutte e tre le ultime puntate insieme, per chiudere l’avventura e poi pensare a darle una veste.»

Intervistatore: «Però è iniziata la nuova avventura degli Ultracorpi. Me ne parla?»

endorsum: «Una sfida nata con Ale Marcotti, un gioco che poi ha preso la mano a diverse persone. Sto tenendo uno storico degli articoli dedicati e costruendo un contenitore in grado di dar spazio e risalto a tutti i fantastici contributi. È una bellissima esperienza di improvvisazione narrativa multimediale, se proprio devo trovare un termine, ed è nata da sola, spontaneamente.»

Intervistatore: «Non è l’unica iniziativa che alimenta le interazioni con chi la segue. 8 sfumature di musa sta diventando una rubrica fissa. Sono curioso: c’è qualcosa di riferibile a Lei?»

endorsum: «8 sfumature di musa è un’esplorazione, in chiave ironica, di alcune dinamiche di reciproca seduzione tra frequentatori della rete. Si nutre di continui spunti offerti dalla realtà (non per forza la mia), ma la travalica, trasformandola nell’oggetto di studio di una nuova disciplina scientifica: la musalogia

Intervistatore: «E perché non musologia

endorsum: «Musologia è un vocabolo molto usato, presto diventerà un sinonimo di museologia, data la frequenza dell’errore; musalogia prende atto del fatto che le muse siano molte più dei musi, poiché gli artisti sono, all’oggi, molti più delle artiste. In una situazione di parità si potrà pensare a una nuova definizione. Ultima considerazione pretestuosa: nella mitologia classica, musi non ce ne sono (male!).»

Intervistatore: «Immagino un dibattito serratissimo. Ma continuiamo. E degli ex? Eh? Degli ex che mi dice?»

endorsum: «Gli EX sono un argomento succoso e irresistibile, stimolano la mia fantasia. Penso che continuerò la serie a lungo, almeno fino a quando non si sarà esaurita la vena creativa sull’argomento. È un esercizio che mi serve anche per mettere a fuoco alcune relazioni tra i personaggi dei nuovi romanzi in opera.»

Intervistatore: «Nuovi romanzi?»

endorsum: «Sì, sto costruendo le trame di 2 diversi testi. Ma ne parlerò a lavoro terminato.»

Intervistatore: «Ora però devo chiederle… cosa sta facendo?»

endorsum: «Abbasso un po’ la sella… diceva?»

Intervistatore: «Sì. C’è un bar qui vicino?»

endorsum: «Deve andare in bagno?»

Intervistatore: «Non possiamo sederci a bere un caffè?»

endorsum: «No, prendo il caffè solo per condividere un momento di piacevolezza.»

Intervistatore: «Va bene, va bene. Dicevamo. Ho visto che ha pubblicato una parte del suo secondo romanzo, Il Metodo. Poi ha smesso. Perché?»

endorsum: «La pubblicazione in rete gli ha permesso di compiere un piccolo passo, ma non voglio dire nulla. È il motivo per cui ho tolto i capitoli.»

Intervistatore: «Ok, parliamo allora del suo rapporto con Chuck Palahniuk. I bene informati sostengono che segua il suo blog.»

endorsum: «Sì.»

Intervistatore: «E che le abbia lasciato un commento.»

endorsum: «Mah!»

Intervistatore: «In che rapporti siete?»

endorsum: «Mah!»

Intervistatore: «Lei è insop… torniamo al blog. Lo considera ancora uno strumento congeniale alla reclamizzazione del suo inedito?»

endorsum: «Vediamo.»

Intervistatore: «Viene a prendere un caffè con me? Sarò piacevole.»

endorsum: «Non lo è stato fino adesso, dubito che possa esserlo in seguito.»

Intervistatore: «Posso stupirla?»

endorsum: «Vado. Buona giornata.»

Intervistatore: «Aspetti! Un’ultima domanda. Lei con ciclicità mensile sparisce per qualche giorno.»

endorsum: «Così pare. Vado.»

Intervistatore: «Aspetti! Mi dica qualcosa della sua vita privata, io…»

endorsum: «Lei sta lavorando. Vado.»

Intervistatore: «Aspetti! Posso dirle che la trovo…»

endorsum: «No, non voglio che dica nulla su come mi trova. Arrivederci.»

Intervistatore: «Alla prossima! E grazie!»

Categorie
Chi scrive

Ci vediamo martedì!

Categorie
Chi scrive Il Metodo X

Sintesi

Alcuni ventilano l’ipotesi che IL METODO non l’abbia scritto io.
Mi sta bene (TESI).
Non mi sta bene (ANTITESI).
SINTESI: non è importante.

Come insegna D.E. Westlake, si possono scrivere generi diversi con più pseudonimi (mi spiace Joanne, il tuo tentativo è fallito).

Ciò che importa è che la storia del romanzo IL METODO sia interamente contenuta in X, e nel suo sequel.

BENVENUTI NEL MIO MONDO!

FAOUZIA – You don’t even know me
I walk into a crowded room
Entro in una stanza affollata
Everybody staring
Tutti mi fissano
What did I, what did I do wrong?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto di male?
What did I, what did I do wrong?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto di male?
Oh, you see what you wanna see
Oh, tu guardi solo ciò che vuoi vedere
But you don’t even know me
Ma tu nemmeno mi conosci
What did I, what did I do now?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto adesso?
What did I, what did I do now?
Cosa ho fatto, cosa ho fatto adesso?
You’re acting like you’re brilliant
Ti comporti come fossi sicuro
But you don’t know
Ma tu non sai
Yeah, you don’t know
Si, tu non sai
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non sai nulla riguardo a come sto quando sono sola
You don’t even know
Non sai nemmeno
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah, woah
Woah, woah
I walk it off and brush away
L’ho superato e l’ho scartato
Everything you say
Tutto ciò che dici
‘Cause I don’t care, I don’t care
Perché non mi importa, non mi importa
I don’t
Non mi
I don’t care, I don’t care
Non mi importa, non mi importa
I don’t
Non mi
He said she said over it
Lui parlò, lei gli rispose a tono
You’re acting like you’re brilliant
Ti comporti come fossi sicuro
But you don’t know
Ma tu non sai
Yeah, you don’t know
Si, tu non sai
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non conosci come sto quando sono sola
You don’t even know
Non sai nemmeno
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah
Woah
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
Woah
You don’t even know
Tu proprio non conosci
You don’t know a thing at all
Tu non sai nulla
You don’t know about the way I am when I am all alone
Tu non conosci come sto quando sono sola
You don’t even know
Tu proprio non conosci
Where I kept the way I’ve grown
Dove conservo come sono cresciuta
You don’t know about the way I love so deeply to my bones
Tu non sai proprio nulla riguardo al mio modo di amare così profondamente fino alle mie ossa
You don’t even know me
Tu non mi conosci nemmeno
You don’t even know me
Tu nemmeno mi conosci
Oh
Oh

Writer(s): Nitzan Kaikov, Faouzia Ouihya Testo You Don’t Even Know Me powered by Musixmatch

Categorie
Chi scrive Il Metodo X

I miei romanzi

(immagine presa qui)

Come dissi un tempo, il blog nasce dalla volontà di cercare un editore per il mio romanzo X.

Poi mi son persa l’intento dedicandomi ad altro.
In questo altro c’è anche la scrittura e la sua evoluzione.
Scrivo in modo diverso e la tentazione di rimetter mano stilisticamente ai vecchi testi è fortissima, ma resisto: ogni opera è frutto del suo tempo e del mio personale contesto creativo.

(Ecco.)

Di romanzi ne ho scritti 3 e al 4° mancano 20 pagine.
X è il terzo.

Il primo e il secondo sono stati un’esplorazione di registri e voci narranti (femminile e maschile), esperienza che mi ha permesso di stendere un eterogeneo ma coerente X.

(Bene.)

Ho deciso di pubblicare qui il mio secondo. Tutto.

Si intitola IL METODO.

Il personaggio a cui do voce non è simpatico, ma nessuno dei miei personaggi lo è mai, sono inquietanti e complessi, ricchi di ambivalenze, trivalenze, quadrivalenze, conquistano sulla distanza.

L’ho scritto nel 2005 e lo si capisce dai riferimenti geo-politici.
Ricordo, qualcuno già lo sa, che soffro di una non diagnosticata e particolare sindrome di Cassandra.

(Fatto.)

Decisione presa. Domani si comincia.

Categorie
Chuck

Chuck 15

Ciao Chuck.

I cognomi parlano delle propensioni degli avi.

Forza! Forza!

Ciao.

pratico sistema per donare (foto da qui)
Categorie
il possibile

Joël 2

Ciao Joël.

Chi non sa cosa sia potrebbe scambiarla per una X.

Sì.

(Sei il solito paraculo.)

Ciao.

Due piccioni con una fava
(foto da qui)
Categorie
il possibile

Paolo 2

Ciao Paolo.

No, non ero venuta a Mantova per prenderti le misure.

Sì, un po’ sì.

Ciao.


(immagine di Fausto Gilberti, foto tratta da qui)
Categorie
Chuck

Chuck 14

Ciao Chuck.

Sì, ho ricevuto il tuo pacco, grazie.

Non dovevi. Dico davvero, non dovevi.

Certo che metterò all’asta il collare del tuo cane.

Sì. Bello.

È che pensavo a qualcosa di diverso dall’idolatria.

Ciao

Ah, con veri cristalli famosi, sì (foto da qui)
Categorie
il possibile

Gianni

Ciao Gianni.

Vorrei, ma non è abbastanza.

Per far parte dei sirenetti ci vuole quel qualcosa in più.

Ciao.

Come primo tentativo non è male
(foto presa qui)
Categorie
Chuck

Chuck 13/3

Ciao Chuck.

L’autobiografismo…

Eh.

Ciao.

Categorie
Chuck

Chuck 13/2

Ciao Chuck.

L’evidenza.

È scientifica.

Ciao.

(da qui, qui, qui, qui, qui e qua)

Categorie
Chuck

Chuck 13/1

Ciao Chuck.

Ci sono.

Ho individuato il problema.

Ciao.

Lo so. Duole.
(foto da qui)
Categorie
Chuck

Chuck 12

Ciao Chuck.

C’eri tu. C’ero io.

Racconta solo la tua parte. Grazie.

Ciao.

Il mio lo racconto io. Oh.
(tratto da qui)
Categorie
il possibile

Marco

Ciao Marco.

L’hai fatto apposta.

Belle spalle, comunque.

Ciao.

Marco Buticchi, mentre osserva il mare da una scialuppa da bagnini di salvataggio a Lerici (Foto di Claudio Moschin) – didascalia e foto prese qui
Categorie
Chuck

Chuck 11

Ciao Chuck.

Aldo mi ha chiesto se ti porto a cena.

Minestrone.

Vedi tu.

Ciao.

Io non resto, ti avviso.
(foto di Alan Lacuin, ma presa da qui)
Categorie
il possibile

Aldo

Ciao Aldo.

Sì, lo so che Chuck ti fa tanto Kerouac.

Chiedo.

Ciao.

Ssì, mi pare giusto…
(foto presa qui)
Categorie
il possibile

Helena

Ciao Helena.

Lo so che è stato carino, ma non ci vado da Gigi.

Ciao.

Tu sei più forte di me
(foto da qui)
Categorie
Chuck

Chuck 10

Ciao Chuck.

Sai cosa accadde quando portai Soffocare a casa?

Ciao.

La copertina non passa inosservata, diciamo.
(foto da qui)
Categorie
il possibile

Domenico

Ciao Domenico.

Sì, ho visto che c’è Sandro sullo schermo.

Ho notato che ne hai presa la postura…

Va bene, ti inserisco in SPALLONI.

Ciao

Della serie “sirenetti”.
(da qui)
Categorie
il possibile

Carlo

Ciao Carlo.

Non ce la faccio.

Non posso farcela.

(L’ho fatto.)

Ciao.

Categorie
il possibile

Riccardo

Ciao Riccardo.

Sì, ci sarai anche tu in SPALLONI.

Potresti prenderla meglio.

Ciao.

Che ore sono? (foto presa qui)
Categorie
Chuck

Chuck 9

Ciao Chuck.

Quelli del pranzo mi hanno chiesto se sei lo scrittore somigliante a J-Ax.

Ma come si permettono?

Ciao.

Illazioni! (foto da qui)
Categorie
il possibile

Sandro

Ciao Sandro.

Lo so, non approvi che al momento X si chiami X.

X però non è XY.

Non sono seducibile sull’argomento.

Ciao.

Manco per sogno (foto da qui)
Categorie
il possibile

Anita

Ciao Anita.

Sto preparando SPALLONI.

Sì che ci sei.

Ciao.

Cu-cù!
(Daphne du Maurier, da qui)
Categorie
il possibile

Niccolò

Ciao Niccolò.

So che non ho potuto esserci.

Cavallette! Uragano!! Urla dei vicini!!!

Ciao.

Bomboniera (da qui)
Categorie
il possibile

Fabio

Ciao Fabio.

La partita, sì.

È che non ho saputo dir no a Raul.

Ciao.

Guarda che non è difficile. (foto da qui)
Categorie
Chuck

Chuck 8

Ciao Chuck.

Quelli del pranzo mi hanno chiesto se fai anche animazione.

Ho detto di no.

Ciao.

Non so il perché di certe domande.
Categorie
Chuck

Chuck 7

Ciao Chuck.

Ti ho venduto per un pranzo.

Però mangeremo bene.

Ecco.

Ciao.

The Renaissance Series : The Last Supper – One Eyeland Silver Award. Di Freddy Fabris. (foto da qui)
Categorie
Chuck

Chuck 6

Ciao Chuck.

Tatuaggi con copertine di libri.

Un vero omaggio agli illustratori.

Ciao.

pelle e foto di Brittany Rucklos (presa da qui)

Categorie
il possibile

Giulio

Ciao Giulio.

Sì, ho scritto di Padova.

Non lo nego.

Ciao.

Sì, di Padova (foto tratta da qui)

Categorie
Chuck

Chuck 5

Ciao Chuck.

No, non c’è nulla di concettualmente sbagliato e no.

Non civetto con Joël.

Ciao.

File:Noua iconologia di Cesare Ripa perugino, caualier de SS. Mauritio and Lazzaro. Nella quale si descriuono diuerse imagini di virtù, vitij, affetti, passioni humane, arti, discipline, humori, elementi, (14747048212).jpg
GELOSIA da Noua iconologia di Cesare Ripa perugino (immagine tratta da qui)