Categorie
partnership

La più bella del mondo

Questo articolo mi ha fatta saltare sulla sedia.

Ve lo ripropongo.

Buona lettura!


Autore: ivano f

La più bella del mondo

Pubblicato da ivano f in 11 ottobre 2021

   La Costituzione della Repubblica Italiana dovrebbe essere conosciuta da tutti, dovrebbe essere insegnata come si deve nelle scuole. Chiunque dovrebbe poterne discutere in piena libertà e con cognizione di causa, in fondo si tratta della legge fondamentale dello Stato. Invece i costituzionalisti sorridono e vorrebbero essere gli unici a dialogare su di essa. Anche se questa pretesa di dover essere gli unici a interpretare la (ribadisco) legge fondamentale -su cui poggia tutta la costruzione statale da cui dipendono doveri e libertà (la vita!) di tutti- ha un chiaro sapore di classe sacerdotale, ha comunque un suo senso: la Costituzione contiene varie espressioni gonfie di retorica, e la retorica fa rima con vaghezza (vi dico di sì 😀 ); inoltre lascia ampi spazi vuoti, che inevitabilmente devono essere riempiti quando bisogna metterla in pratica. Abbiamo bisogno dei sacerdoti per interpretare quella vaghezza e per offrirci valide deduzioni su quegli spazi- pur se è inevitabile che fra loro le opinioni siano discordanti.
Proprio uno scritto di uno di quei sacerdoti ha reso chiaro ai miei occhi le conseguenze di qualcosa che nella Costituzione non viene detto esplicitamente, qualcosa che mi ha fatto fare un salto sulla sedia e di cui non so quanti si rendano conto:


“Il Governo non è un organo a termine: esso rimane in carica, infatti, sin quando le Camere non gli revochino la fiducia o non decida di dimettersi.”

 “Il Governo può dimettersi anche[…]:
in seguito ad elezioni generali, al fine di accertare la permanenza del rapporto fiduciario. Una norma di correttezza costituzionale vuole che il Governo si dimetta anche se le elezioni abbiano confermato la maggioranza al potere; ma, secondo un’altra norma di correttezza, il Presidente della Repubblica respingerà le dimissioni.”

 (Diritto costituzionale – Temistocle Martines)

Secondo la più bella del mondo potremmo benissimo avere un Governo permanente. Al tempo mi è venuto un brivido ma mi sono sùbito tranquillizzato, convinto che una situazione del genere sia solo un caso di scuola, impossibile da riscontrare nella realtà. Dopo uno stato di emergenza così prolungato però sono più suggestionabile… Ma andrà tutto bene. Non vi sembra così inquietante? Ora provate a rileggere le citazioni con questa musica in sottofondo…


MUSALOGIA?

41 risposte su “La più bella del mondo”

Sai qual è la cosa strana ?… che abbiamo fatto a botte per levarci di mezzo la monarchia , che abbiamo una costituzione che non accenna ad adeguarsi in modo costruttivo al nostro tempo perché continuano é continuiamo a metterci le stesse facce ,… che siamo in una democrazia che assomiglia sempre di più ad una anarchia disfattista… E io vorrei tanto trovarmi in un vecchio film di Woody Allen nella repubblica delle banane! 🤣

Piace a 1 persona

Ciò che lo distinguerà dal suo predecessore Matty sarà ciò che non firmerà, ovvero non firmerà tutte le leggi che mireranno a sganciare il paese dagli obblighi internazionali firmati da lui adesso. In sintesi, si accerterà, che il lavoro svolto ora non sia messo in discussione. Andrà là e là stara per compiere ciò che è stato inviato a fare. Sul “cosa” stia facendo si possono avere pareri discordanti, ma sta di fatto che sarà un semaforo 🤓

Piace a 1 persona

Me lo sono ricordato, ma quello che mi era rimasto impresso era il D’Alema sprezzante della Guzzanti.
Non esprimo pareri sul governo attuale perché mi beccherei una querela. Ma il fatto che il Banchiere abbia credito nella UE mi ha fatto perdere le residue speranze sull’Europa.

Piace a 1 persona

Il Governo è legato alla fiducia del Parlamento.
Pertanto, dovesse anche variare la composizione dei Deputati e dei Senatori, in linea teorica potrebbe rimanere in carica a tempo indeterminato.
In Belgio anni fa accadde proprio questo: nella impossibilità di creare una maggioranza parlamentare forte, venne nominato un Governo tecnico che rimase in carica nonostante le varie elezioni che, per alcuni anni, non permisero la creazione di una maggioranza salda.

Piace a 1 persona

Il governo tecnico è stato ed è un’anomalia da un punto di vista democratico, siamo in presenza della promozione a ministri dei sottosegretari. Chi l’ha votato il sottosegretario? (Sto esasperando l’argomento, ma non più di tanto 🤔)

Piace a 1 persona

………non saprei che dire……..l’argomento suscita in me una sorta di orticaria intestinale…. e vai a grattarlo un intestino, l’é dura

Piace a 2 people

Ti capisco, si ha quel senso di impotenza paralizzante a fronte di un fastidio vero e quasi fisico. Nel frattempo vigilare è un nostro diritto/dovere e forse è tempo che ci svegliamo da un torpore lecito e iniziare a fissare lo sguardo dove non siamo abituati a guardare. Impareremo a distinguere.

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...