Categorie
racconti racconti a puntate

Racconto nero (3)

(immagine da qui)

Puntata precedente


CAPITOLO 5
– SAN DANIELE E I SANITARI –

Sono da considerarsi in numero finito i modi utilizzabili per spostare una massa.
Quale sia questo numero è, tuttavia, indefinito.

– Cara!
– Dimmi Amore.
– C’è il prosciutto nel bidè!
– Ma dai?
– Sì, non me lo son portato perché mi sentivo solo…

Lei spegne la sigaretta e con un balzo è in bagno. Lui è un po’ spaesato, non gli piace essere osservato dal San Daniele mentre è sul water.
Nessuno dei due tocca il cartoccio; i quattro occhi si piegano pieni di interrogativi e il prosciutto, non visto, se la ride. Questa volta non possono soprassedere o fingere, rimettono il cibo in frigorifero e si siedono a discuterne. Ma di cosa bisogna parlare? In realtà l’oggetto sfugge, non solo metaforicamente.

Di cosa si deve parlare esattamente? Dello spirito del maiale che richiama a sé le sue parti? Della raggiunta inospitalità del frigorifero? Di azioni compiute e celate da irrimediabile amnesia? Di una visione collettiva dovuta alla fuga del gas? Dell’esistenza di un esperimento del quale, inconsapevoli protagonisti, subiscono le strane conseguenze?
Sono stati messi in una casa che produce ologrammi ed è sorvegliata da decine di telecamere per studiare le reazioni dei topini?


CAPITOLO 6
– UN OGGETTO CURIOSO –

La materia produce energia.

Altra settimana, altra partita, altra cena.

Gli amici sono affiatati. Gli uomini sono stanchi e la cena preparata non sembra saziarli a dovere. La pasta era ottima, ben condita e abbondante, ma si è fatta l’ora dei formaggi. Questa sera c’è bisogno di un tagliere, di pane fresco e di buon vino perché ciò di cui si apprestano a dissertare non è cosa da whisky.

La padrona di casa apre il frigorifero per togliere gli ignari alimenti. Dalla tasca di Carlo si alza un flebile ticchettio. Chiudendo lo sportello il suono cessa.
I coniugi non si sono accorti della cosa e re-imbandiscono la tavola per la continuazione della cena.

La voce dell’ospite si fa professionale, una cantilena nasale zeppa di termini tecnici ha preso il posto dell’amabile e schietta tonalità dei momenti di svago. Si stanno tutti e tre preparando a qualcosa, ma ignorano a vicenda l’argomento in preparazione dell’altro.

Carlo chiede di poter vedere il frigorifero, lo apre e il ticchettio fa di nuovo capolino dalla sua tasca, dalla quale estrae un minuscolo contatore geiger , attaccato alle chiavi del laboratorio. La coppia approva divertita l’originalità del portachiavi. In effetti l’amico è pieno di sorprese tecnologiche.

Una volta, durante un allenamento, per misurare la distanza di un tiro, aveva estratto dalla borsa un misuratore laser; definita la lunghezza aveva calibrato la potenza del lancio, sbagliandolo. La sua precisione in campo era e restava sommaria, qualunque strumentazione si adoperasse a usare. Avevano tutti riso per una settimana. Carlo stesso riportava spesso e con gusto l’episodio.

– In questo elettrodomestico ci sono delle radiazioni!
– Delle cosa?
– Signori… la cosa strana è che un frigorifero, in genere, è il posto migliore nel quale infilarsi in caso di radiazioni. Questa volta no, vengono da dentro.

Serata ricca di interrogativi, ma la coppia è tutto sommato tranquilla: nulla di male può venire dai loro fedeli elettrodomestici. Carlo, invece, è visibilmente turbato e parte salutandoli in fretta.


Putata successiva

83 risposte su “Racconto nero (3)”

Verissimooo sono perfidi e insidiosi: si mimetizzano dappertutto!!! 😱😱😱😬😬😳😳😝😎😎😎😎🥰🥰😘😘🤗♥️🌹♥️🌹♥️🌹♥️🤩😍🤗🤗🤗♥️♥️♥️💕💞🙈👻😎😝💕

Piace a 1 persona

😍🤩💕 Un pochino più tranquilla! 😍 La dieta a base di verdure sta funzionando anche se a volte è nervosetta perché vorrebbe la carne però le piacciono tantissimo le verdure fritte, in particolare le patatine fritte! 😏😬😳🐉🍟🐲 🥰😍💕💕😁 Poi torna a dormire nel suo angolino buio, sembra che le piaccio come padroncina! 😍🤩🥰😍🐲🤗🤗💕♥️💕♥️💕♥️💕💕💞♥️💞

Piace a 1 persona

Che dolce… 😍 ma tieniti sempre pronta, hanno ordini superiori da eseguire quando hanno reperito cibo e cure per crescere! 😱😱😱😱😱🐲🐉🌺🤗💕🥰😘😂❤️

"Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.