Categorie
partnership racconti racconti brevi

Centri gravitazionali impermanenti

Ringrazio @didiluce per avermi dato la possibilità di lasciarmi suggestionare da un’altra sua affascinante opera fotografica.

Sì, lo so cosa succede a un centro di gravità impermanente, non credere. Lo so con esattezza: prolassa.
È inconcepibile, verissimo, verissimo. Abbiamo tutti un’altra idea a riguardo, quindi mi chiederai come sia possibile. Te lo racconto per come l’ho visto, due volte l’ho visto, perciò posso ben dire di saperlo. E te lo racconto.

La prima volta fu vicino a una scala di sicurezza, ero sotto a guardarla. Tutta la mia certezza era lì, nel suo essere sicura. Una bella scala che mi sarei messa volentieri in casa se ne avessi avuta una. Non importa.
Ero lì che la guardavo considerando la gravità del fatto che l’avrebbe resa grandiosa: salvare. Ah, la gravità che esercitava sulla mia attenzione, attirandola tutta. Ah, la gravità che esercitava sul mio sentirmi protetta dalla possibilità di fuga…
Non saprei, forse tutta quell’attrazione, forse altro, ma la scala iniziò a piegarsi su un lato. Mi spostai. Dovetti, per sicurezza. Un rumore orrendo di ferraglia stanca e d’impatto progressivo al suolo. Un prolasso di gravità, in tutti i sensi che mi ero data.

La seconda volta fu davanti a un cesto di frutta. Marcia.
La guardavo ormai da giorni e man mano si era trasformata in un luogo davvero pieno di vita: un ecosistema, ma aperto. Era divenuto fonte di interesse continuo e di nutrimento, crescita, certo, anche morte. La sua attrazione inesauribile si sprigionava invitando esseri sempre più grandi e affamati della vita che, instancabilmente, produceva.
Fu l’arrivo del cinghiale selvatico a spazzar via tutto. Ecco il prolasso. Capii come il cinghiale si sarebbe presto trasformato in un nuovo centro di gravità, forte, attrattivo. E impermanente.

Quindi, se adesso dici che sono splendida e perfetta come le visioni che attirando spiegano, sappi che il tuo interesse prolasserà, ricompattandosi intorno a una nuova visione dalla forte attrattiva.

Come dici? Non prolassa, ma rotola via al mutamento delle condizioni? Ah, sì, anche questo può essere.


87 risposte su “Centri gravitazionali impermanenti”

Sì, prolassa. E’ una certezza e l’abbiamo davanti agli occhi da 14 lunghi mesi… Se prendessimo atto della caducità di ogni cosa, son certa, vivremmo meglio, con più intensità ogni attimo🌹
Sempre più affascinata dalle tue eclettiche capacità letterarie 😀 😘😘😘

Piace a 3 people

Grazie Didì, ma qui è stata l’immagine a far partire il guizzo: ipnotica, potente, richiedeva anche trattazioni più intense e di spessore. Ho provato a smaterializzare il concetto e a portarlo sulla pelle🌹🌹🌹😘😘😘😘

Piace a 2 people

Endy, mi sa che è colpa dei triptani (no no non sono ultracorpi) ma oggi non sto a capire una beata minchia … ma ti voglio bene a prescindere (ogni giorno sono più cretino, la mente attirata inesorabilmente dal nulla totale e come faccia il nulla ad attrarre non me lo chiedere, essendo cretino non saprei rispondere).

Piace a 3 people

non lo so … credo siano dolori incomparabili. Ad esempio ho sofferto di mal di denti orribile quando me li sono spaccati contro il cordolo di un marciapiede) ma era un dolore totalmente diverso da quello dell’ emicrania. La testa divisa a metà, una sta bene ed in una sembra che una morsa stritoli tutto, occhio e cervello. Nessuna cura perché non si capisce bene quali siano i meccanismi dietro l’emicrania, solo medicine che alleviano il dolore (e non sempre funzionano, oltretutto sono molto dannose se prese troppo spesso). Uffa … speriamo bene per domani mattina, ho lo stage internazionale per istruttori di karate … purtroppo via web, impossibile andare in giappone

Piace a 2 people

😀 in potenza è vero quotidianamente, in ogni attimo. Se penso all’attenzione del mio vicino mentre saliamo le scale e poi ciascuno va alla propria dimora, o alla barista che dopo uno scambio allegro mi porge il resto. 🙂

"Mi piace"

Oh. Non credo ci sia qualcosa che salverà il mondo, ma io sono… già. Anche se poi in quanto esseri umani abbiamo sì voragini spaventose ma anche altezze incredibili -sarà banale ma mi sembra vero

Piace a 1 persona

Ahahah sei proprio simpatica come dicevo eh 😛 Lo so che non sei cieca, e non sei così strana (scusa! 😛 ), però non ho capìto dov’è il collegamento con quello che dicevo (mmm sottile filo di nylon?)

Piace a 2 people

Mh, hai ragione, il collegamento ha compiuto qualche giro prima di far fare capolino al capo visibile del filo. Allora, credere nella fiducia è da folli, soprattutto se non si hanno fette di salame sugli occhi.

Piace a 1 persona

Giusto… meglio prendere le dovute contromisure, 🤘 (dovrebbero inventare il simbolo con le corna che puntano in basso perché questa ha un significato totalmente diverso, ma in mancanza d’altro… facciamo finta che sia un altro modo per fare un gesto scaramantico, 😁).

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...