Categorie
racconti racconti brevi

Piccolo racconto neozelandese

È ORA DI CONFRONTARMI CON UN ALTRO LUOGO MITICO: LA NUOVA ZELANDA!

Buona lettura!


Sottotitolo: soliloquio

(Immagine presa da qui)

Come va la scrittura?
(Bene.)
Fammi un po’ leggere:
“Il Pifferaio Magico, eliminati tutti i riferimenti culturali, si svegliò senza peso. Leggero, etereo, librante. Andò a sbattere contro il muro dei ricordi, si fece un ematoma grosso così e decise che suonare lo avrebbe aiutato sia a liberarsi dal dolore dell’amata ita, sia dal dolore alla fronte.”
(Che c’è?)
No, pensavo. Chi è questo?
(Subito devi arrivare alla conclusione che debba essere qualcuno. Non è mai così, lo sai da te, non mi ispiro a Musi.)
Lo dici sempre, anche con il Piccolo racconto andino… chi è il neozelandese?
(Un personaggio di fantasia!)
Ti piace molto?
(È ardito.)
E perché sbatte contro il muro? Cosa hai combinato questa volta?
(Ma niente, dai, le solite cose.)
Quali solite cose?
(Ma sì, le solite incomprensioni.)
Incomprensioni?
(Superficialità.)
Tu?
(Ma ti pare? Lui!)
Un altro?
(Eh…)
E che ha fatto?
(Bionda.)
Ti ha dato della bionda?
(E mi ha chiamata Giulia.)
Porco!
(Artista.)

My Heart Will Go On – Recorder By Candlelight by Matt Mulholland

Ringrazio Nina per la felice scoperta del Muso.

72 risposte su “Piccolo racconto neozelandese”

Pensavo che non ci fosse niente di peggio dopo aver letto della cacciatrice sudafricana che il giorno di San Valentino ha ucciso una giraffa, ha estratto il cuore e lo ha regalato al marito come segno d’amore, ma poi ho visto il video e il muso è venuto a me dopo l’esibizione 😨

Piace a 2 people

Ma i musi hanno gli stessi problemi delle muse? Insomma abbiamo quattro categorie, la musa, il musato, il muso e la musata … tutti intrecciato come poi ti aggrada. Il problema vero nasce quando il musato è anche il muso della musa che conseguentemente è una musata. Come se ne esce?

Piace a 2 people

Vediamo… fammi pensare…🤔… Ci sono: ci fingiamo donne delle pulizie e, una volta ottenute le chiavi, facciamo entrare i concorrenti, mettiamo un bel cartello fuori dalla porta con scritto: “Attenzione, non entrare: pavimento scivoloso” e diamo il via alle danze! 😁

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.