Categorie
partnership

Supplica col senno di poi

Io credo che ai piccoli si debba insegnare a esprimere il proprio malessere. Anche a costo di sentire queste parole rivolte a noi.

Dal blog Il Buio Dentro


Supplica col senno di poi.

Non mi toccare, non farmi del male, ti prego, le tue mani sono ferri roventi che mi bruciano l’anima. Mi fai desiderare, ogni secondo, di essere morto. Non mi trattare come un oggetto o un tuo giocattolo. Ti prego, non mi guardare negli occhi, sono già perduto nelle tenebre. Non dirmi che è normale. Non dirmi che tutti lo fanno. Non togliermi i vestiti. Lasciami scappare.
Ora so, ma non ho mai accettato le azioni che tu hai scelto di infliggermi.

Lasciami andare, la tua prigione continua a farmi stare male.

38 risposte su “Supplica col senno di poi”

anche, non c’è ombra di dubbio in merito. Intanto si butta la responsabilità del fenomeno sulle vittime che parlano e la rete dei pedofili cresce, si struttura e lavora addirittura per “allevamenti”, luoghi pronti, con piccoli da scegliere. Qui a Brescia ci sono stati diversi processi in cui è emersa una realtà bestiale, prima di Rignano.

"Mi piace"

la pedofilia è sempre più usata per controllare chi poi dovrà andare a ricoprire determinati incarichi, non sorprende assistere a processi burla. Intanto quei piccoli sono cresciuti, arresi, come le loro famiglie. Un ottimo bottino.

"Mi piace"

nelle nostre campagne, fino a qualche decennio fa, usavano un sistema efficace: tagliavano al pedofilo un dito per ogni piccolo abusato. Mano da falegname a chi non era un falegname, era un ottimo segnale per tutti.

"Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.