Categorie
Argomentario

Il ritorno del fanciullino, a 70 anni e più!

Ok, non ho una gran prossimità con l’età del titolo, se non parentale, ma oggi mi sento in forma. Mi sento lo STATO!

Avere 70 anni e più ed essere trattati come fanciullini può essere poetico e lusinghiero, ma…

Io, Stato, del fanciullino ci faccio quel che voglio! Eccheccazzo!

  1. Intanto lo chiudo in casa (che se no si ammala, e mi riempie strutture sanitarie che i miei amministratori non hanno ampliato e messo a norma negli anni passati, lasciando spazio ai privati di organizzarsi prima di me – ah, questo è il vero motivo della limitazione della libertà personale, conseguente anche all’idea di stiparci tutti sui mezzi pubblici – la logica non deve per forza essere intesa.).
  2. Poi dico che è nel suo bene e in modo paternalistico decido della Sua salute (oh, l’habeas corpus… e la carcerazione preventiva ai domiciliari).
  3. Poi dico che non è vero che mi sto comportando come una dittatura fascista in fatto di libertà e diritti fondamentali1 (vedi nota a piè di pagina).
  4. Poi dico a tutti con tanta forza e su tutti i media che sono improduttivi e inutili, alla faccia dei diritti soggettivi assoluti (ma guarda caso sono anche i veri detentori di tanta ricchezza economica del Paese).
  5. Poi gli scaglio addosso l’opinione pubblica (individuando il capro espiatorio il gioco è fatto: divide et impera!).
  6. Poi faccio vergognare figli e nipoti e li costringo a scindere, in famiglia, gli interessi degli uni dagli interessi degli altri (irrobustiamo il conflitto generazionale già in atto!).
  7. Creerò accessi agevolati in casafamiglia e R.S.A (ospizio, baby).
  8. Appena saranno ben rosolati deciderò di affidar loro un Tutor (che son pieno e non so più dove piazzarli se non c’è lavoro) per amministrarne i risparmi (oh, ci sarà da litigare con gli Enti Religiosi, ma ce ne sarà un po’ per tutti di quei favolosi quattrini accumulati grazie agli anni d’oro della ripresa economica italiana! Gnam!).
  9. Moriranno di depressione o cattiva sanità? Nessuna cerimonia pubblica per gli untori del Paese. E avanti i prossimi… i 60enni!!!
I VECI NON HANNO PAURAAndrea Pennacchi

1– “…Nell’evoluzione storica, successivamente ad una prima fase in cui, pur in presenza di interpretazioni spesso restrittive delle libertà, si registra un sostanziale equilibrio tra principi garantisti e statualisti, si afferma, con la dittatura fascista, una concezione funzionale dei diritti che, senza procedere alla loro negazione, ne limita profondamente la portata, subordinandoli ai superiori interessi della nazione. …” fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Libert%C3%A0_e_diritti_fondamentali

61 risposte su “Il ritorno del fanciullino, a 70 anni e più!”

eh, prima ne parlano come gerico provvedimento, vedono come butta e poi qualche utile id la spara, si guarda ancora come butta e poi vedrai vedrai che a forza di sentire questa cosa nelle orecchie la piazzano da qualche parte 😉

"Mi piace"

vedevo proprio ora i dati odierni e, nel totale , sono in discesa. Dall’ultimo dpcm sono passati, mi pare, 6/7 , a qualcosa serve, così come serve l’equilibrio che c’è se nessuno pretendesse di fare sagre a gogò …

Piace a 1 persona

la responsabilità dei singoli è indiscussa, ma non è l’unica. In questi mesi di bonaccia non c’è stata una vera presa in carico del problema, in termini economici e di investimenti strategici, questo non è da dimenticare. Incolpare i singoli è facile e funzionale a distogliere lo sguardo dove andrebbe tenuto fermo. Gli autobus, per esempio, sono un vero incubo, pressati e con i finestrini chiusi: una coltura di virus! 😀 😉 e ancora, ciò non deve deresponsabilizzare i singoli, certamente 🙂

Piace a 1 persona

qui a Brescia abbiamo vissuto momenti pesanti e quando abbiamo assistito ai problemi causati dall’amministrazione regionale e nazionale (con imposizione di propri materiali e fornitori, non ancora in grado di fornire alcunché) per disincentivare le azioni di approvvigionamento autonomo di ciò che al momento arebbe potuto anche impedire qualche morto in più sulla lista, siamo diventati sospettosi di alcune dinamiche e di come venivano spacciate sulla stampa nazionale, sopettosi non così, per amor di opposizione, ma per amore della nostra comunità.

Piace a 1 persona

Quando tagliarono i fondi per la sanità pubblica, rsa, scuola… E non solo, non solo. Ora ne paghiamo il prezzo più alto, ma siamo da allora che paghiamo cattiva gestione, mazzette e molto molto altro. Il problema è il Sistema in tutte le sue sfaccettature. Me ne sono interessata per 20anni e non se ne viene fuori. Speriamo solo passi presto e che poi si prenda coscienza che così non potrà mai funzionare. Mai .

Piace a 2 people

Complimenti! Ti leggo informata. Al dettaglio. Per la Lombardia è andata proprio così.
C’è stata tanta speculazione politica locale e nazionale, che c’è ancora, disgustosa, degna di avvoltoi, e anche tanto business, come le inchieste in corso della magistratura hanno fatto emergere. Altro che vantare la sanità lombarda come fiore all’occhiello nazionale!!! Da Formigoni in poi…
Certo, da parte del “popolo”, i sudditi, faciloneria e menefreghismo di tanti e troppi e aggiungi i pregiudizi (che sono solo i vecchi a morire! come se non ci fossero ventenni intubati) ha fatto il resto. Non parliamo poi dei negazionisti, dove daccapo rispuntano gli sciacalli della politica.
Bertold Brecht ha detto: Fortunati i popoli che non hanno bisogno di eroi.
L’Italia in questo senso non è fortunata.

Piace a 2 people

Grazie Guido! Le città di provincia sono luoghi in cui, con un po’ di memoria storica, anche non volendo si mettono a fuoco alcuni dettagli, percorsi e criticità. Sempre evviva la magistratura, il muoversi su tangenti e accordi sbiadisce responsabilità più importanti, ma, come ci insegna la caccia ad Al Capone (ma non dimentichiamo le leggi italiane in materia), seguire i soldi qualche risultato lo garantisce. 😉

Piace a 1 persona

Ma grazie Mati! Mettendo insieme la provocazione, mi sono imbattuta nell’articolo sul conflitto generazionale linkato, un’indagine lucida alla quale pensavo di dare più visibilità… vedrò. 😉🌺

"Mi piace"

62 anni … mi sto quindi avvicinando alla soglia dell’inutilità. Fossi in Olanda sarei già considerato inutile, qui nella cattolica Italia invece mi danno ancora qualche anno. Saranno mesi durissimi, ed andrà tutto male. Intanto per i poveri la catastrofe è già iniziata, loro per tanta gente sono inutili, qualsiasi età abbiano.

Ti salva non avere ancora una pensione da rivolere tutta indietro 😉 impoverito di massa, sì, delinquenza sempre più organizzata e presente ovunque… Columbia! 😀
Nervi saldi.

"Mi piace"

Al di là di tutto è più facile tenere rinchiusi gli anziani che i giovani.
Io per quanto non sopporti chi governa, non credo che ci sia nessun complottismo dietro.
Sono l’anello debole e di questo bisogna prenderne atto. Figlia a i nonni li saluta ma sta distante e con la mascherina. Suocera sta evitando di uscire… è buon senso.

Decidere della vita e della morte delle persone non è complottismo, è normale amministrazione delle istituzioni. Poi ci sono priorità, basta sapere quali siano. Chi le impersonifica, attraverso quali strumenti, come sono finanziati, quali modalità si individuano e la gestione della catena di comando.

"Mi piace"

Vedi che:
Durante il lockdown la mia amministrazione ha chiuso gli uffici dove lavoro e sono stato mandato ad aiutare all’ufficio cremazioni del mio comune. Qui è stato un assedio, salme da quasi tutto il nord italia con i forni che andavano 24 ore su 24. Ho avuto pure il culo di vedere i camion militari che portavano le salme da bergamo e provincia, una scena da brividi. Io pur di non rivivere tutto questo ne farei di sacrifici, altro che fascismo e regime e chissà che. Certo, farei la guerra per gli aiuti a chi sta soffrendo di più, questo assolutamente. Però se anche sui social, persone belle fanno discorsi così, beh, mi sa proprio che non ne verremo più fuori, come società. P.S. io non sono per niente stupito che la sanità privatizzata non abbia retto per i poveracci… Certo per i titolari di billioners anche si, ma per i poveracci…

Piace a 2 people

Qui a Brescia ne abbiamo viste di tutti i colori. I morti non sono stati tanti solo per il virus, ma anche per una catena di disservizi e di decisioni non prese, prese male, per attese inutili e per interessi di pochi a discapito di molti. Ora, che la magistratura stia facendo il suo corso io ne sono felice, perché si cambia se si debellano i cattivi costumi che, in tempo di normalità non producono troppi danni (si fa per dire), ma in momenti topici fanno affossare il sistema sanitario. Allora, in questi mesi è forse stato fatto qualcosa per potenziare le strutture? No. Assunzioni? No. Adeguamento dei piani antipandemia? No. Potenziamento dei mezzi pubblici? No. Resi i reparti autonomi anche per quanto riguarda l’aria condizionata? No. Sistema unico e centralizzato in barba alle disposizioni. Il gruppo di medici specializzati sul territorio? Noi siamo la provincia più grande d’Italia, durante la crisi ne avevamo 7. La pandemia non è una maledizione del cielo e a chi tocca tocca, i morti per pandemia hanno nome e cognome e anche chi non ha fatto ciò che doveva ha nome e cognome. Ora, se lo stato dice: tutti in casa i 70enni (a parte che vorrei vedere se il giovanissimo Mattar lo firma… si creerebbe un vulnus giuridico sul “la legge è uguale per tutti”) limitando libertà personale, socialità e negando il loro diritto di pensare alla propria salute, togliendo la possibilità di muovere il fisico, il cervello e decretandoli inutili e dannosi… non so la tua età, ma se lo dicessero della mia mi incazzerei, anche perché mi costringerebbero ad ammalarmi di paura, deprimermi, non lavorare, impoverirmi e crepare di crisi, magari suicidandomi. E tutto questo perché? Per coprire (guarda caso anche con il segreto si stato) le responsabilità di chi HA SBAGLIATO. Più sei in alto nella scala del potere e più importanti decisioni devi prendere, ad esse corrispondono responsabilità. Se apri le scuole (e si sa che con le scuole aperte il virus gira) e non potenzi i mezzi, fai di autobus e treni bombe epidemiologiche… detto fatto. Chiudiamo il recinto dopo aver fatto scappare i buoi. Il bello è che si continua a farlo, anche adesso mentre ti sto rispondendo. Ora ti chiedo: come lo cambi il Paese? Con la negazione dei diritti è un po’ troppo facile (ha anche un nome) e non risolve, i costi del lockdown sono altissimi e iniziamo a vederli solo ora.
Grazie per la tua perplessità 🙂

Piace a 1 persona

Ti ringrazio Guido, è che i cittadini fanno ciò che compete loro (una percentuale di cretini c’è sempre, ovvio), ma non è tutta colpa loro, se di colpe bisogna trattare. Costringerci a vederla in questo modo è un espediente antico e sempre efficace.

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.